Dedicato a te

Contrassegnato con ,
Pubblicato il da

Vi sono vilucchi di memoria
in questo giorno grigio,
labile come foglia.

Un livore d'acqua indugia
sopra l'inaccaduto delirio
disselciate le strade che percorresti
ora brami ritorni.

Sciabola il languore della sosta
che attanaglia passi impaniati,
l'alleluja dell'improvviso sole.

romanticavany2891

I vilucchi sono fiori considerati perenni, molto resistenti, vivono in moltissime zone del mondo, adatti a molti tipi di clima. Non hanno profumo ed una leggenda narra che all’epoca dei romani, questi fiori erano i più profumati della città; e siccome nascevano dappertutto, le vie erano piene e di conseguenza tutta la città; un giorno l’imperatore Augusto si trovò a passare e vide che il profumo dei fiori del villucchio arrivava prima della sua fama; ingelosito chiese agli dei di far sparire quel fiore, ma essi non gli ubbidirono del tutto e risparmiarono i fiori facendo però di essi solo stami senza profumo.

Dedico questa poesia a mio Nonno che non si sente più giovane quasi come questi fiori senza profumo, ma tutti noi lo vediamo come il nostro amato progenitore.

22 pensieri su “Dedicato a te

  1. Nel sonno non riesco in nessun modo a trovare riposo, come una creatura condannata dopo ogni morte a trasmigrare in sempre nuovi inferni. Sono lieto che tu percepisca le cose in modo diverso. Noto però che la colonna sonora del tuo blog è adesso struggente…  
    Un immenso abbraccio e notte serena a te, carissima Vany 
    Marco

  2. Io quasi quasi ti mangio. Ecco perché piaci a Renzo per la tua poesia, perché sei dolce, spontanea, e scrivi senza pretese letterarie, ma solo con il cuore: questa bellissima poesia dedicata al tuo nonnino ne è l'ennesima dimostrazione. Falli leggere a tuo Nonno questi versi che gli hai dedicato e vedrai che subito tornerà a sentirsi un giovanotto. Un nonno è poi solo un bimbo con tanta esperienza alle spalle, forse solo un po' più lento nel camminare. E che importanza puo' mai avere?

    ♥ ♥ ♥

    Ma io ti mangio, ti mangio, ti mangio perché la voglio anch'io una poesia a me dedicata. Un giorno forse la scriverai, una tutta tua per me con il cuore. Io ci spero. ;-)

    leKKatine vertiginose, Cincillà VaNY

    orsetto di VaNY

  3. Agnellina, non serve a niente esser belli dentro se non lo si è anche all'esterno. Il fatto è che io sono brutto, ma proprio brutto brutto e tu lo sai bene quanto sono brutto, così tanto brutto che persino la mia anima si è rifiutata di restarmi accanto. Vorrà ben dire qualcosa questo. Quando la propria anima se ne fugge a gambe levate, significa che uno è brutto ma brutto davvero e io più brutto di così non sono proprio riuscito ad esserlo. Tu pensa che quando scendo giù in strada e guardo il sole questo si nasconde dietro un sipario di nuvole nere; stessa cosa vale per la luna e le stelle. Alla mia bruttezza nessun essere vivente resiste per più d'un secondo. Non c'è niente da fare. L'unica è di accettare la realtà, la bruttezza mia compagna. Sono così brutto che tu hai pianto, poi sei svenuta. Ecco quando si dice che le bimbe cadono ai miei piedi, terrorizzate.

    Vorrei poter trovare motivo di consolazione, ma non c'è in Terra o in Cielo nessuno che possa portarmi un po' di balsamo. Sono condannato all'eterna bruttezza, alla solitudine più estrema. Un essere senza né arte né parte, quel che si dice un derelitto.

    Però ti leKKo lo stesso. :-)

    orsetto di VaNY bruttiSSimo :-D

  4. Ma se gli astri pure si oscurano, allora che fare?
    Vany, carissima anima, tu sei bella, molto bella. Però non puoi capire la sofferenza di chi come me brutto senza possibilità alcuna di riscatto.
    Intelligente dici? No, solo uno fra i tanti, senza attitudini in particolare.
    Giovane? Non diciamo sciocchezze.

    Sono un caso senza speranza.
    Ma accetto la mia condanna. Il fato ha voluto così per me.
    Che ci posso mai fare?
    Niente.

    Ma scusami, ti ho annoiata con la mia tristezza.

    Ti lovvo tanto tanto. ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY bruttiSSimo

  5. Grazie ,dolcissima e splendida Vany , per la tua augurale immagine "vinosa" per il fine settimana! Ne auguro uno stupendo a te, percependo nella tua poesia una delicatezza ed una dolcezza senza pari!  Bellissima dedica per tuo nonno  ( e mio "collega"); gocce o sprazzi di ricordi e malinconia anche dei giorni difficili andati : ed è così , penso , per tutti noi vecchietti ! La tua bravura sta nell'aver espresso il concetto con versi dolci e fiori particolari! Un bacissimo..!!Lucio

  6. interessante qst post che mi ha fatto conoscere qst fiorellino magari chissà quante volte l ho visto ma nn ne sapevi il nome e la storia, bello il pensiero sul tuo nonno. Un abbraccione , ciao

  7. Ne ho citati solamente alcuni di dittatori, tristemente famosi.
    Il problema con Berlusconi è che sino a ieri era amico intimo di Gheddafi, oggi dice che la guerra è finita. Ha fatto presto, molto presto a voltargli le spalle? Eppure sino a ieri erano amici, o no? Sì, che lo erano. Gli baciava l'anello addirittura in segno di sottomissione. Proprio lui che si dice cristiano e cattolico, che cerca l'appoggio dei cattolici, poi lascia che il dittatore Gheddafi pianti le sue tende su suolo italiano lasciandolo libero di insozzare le piazze, lasciandolo libero di fare opera di conversione all'islamismo; e come se tutto ciò non bastasse paga delle ragazze da offrirgli. Ma dove siamo? Non è questo il modo di comportarsi, non per un uomo nella sua posizione, quella di premier.

    Berlusconi non è migliore di Gheddafi. E' per molti versi uguale a lui, un voltagabbana, machiavellico fino al midollo dell'osso. Ovvio che siamo poi lo zimbello del mondo: l'Italia è tenuta da conto dai paesi stranieri solo per deriderci. Ed intanto il rating delle banche viene sempre più abbassato, il che equivale a dire che siamo ritenuti un paese incapace e purtroppo è più che mai vero. Se è giusto, e lo è più che mai, dire contro i tiranni comunisti, Stalin incluso che la sinistra continua a tenere su di un piedistallo d'oro colato, è altresì giusto dire del cattivo comportamento del nostro premier. Non possiamo fare distinzioni, perlomeno io non me la sento di farle, deontologicamente parlando. E' una questione di giustizia che deve essere uguale per tutti, nessuno escluso.

    ♥ ♥ ♥ LeKKatine fragoloSe, dolce Agnellina Vany

    orsetto di VaNY

  8. L'orsetto tuo indossa la sciarpetta della PACE.

    E ti augura una dolciSSima notte, di stelle cadenti e di peluche morbidosi da abbracciare, mia Bella Bimba. ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

  9. questa poesia dimostra il tuo animo dolce e sensibile… un pensiero rivolto a tuo nonno nel quale l'affetto risplende in ogni parola.
    Sarebbe bello che la figura dei nonni venisse valorizzata come merita, sono una fonte di ricchezza interiore, un faro la cui luce squarcia le tenebre di questa società in cui il materialismo, il divertimento ad ogni costo sembrano imperare.
    Loro sono lì, chiedono solo un pochino d'affetto, non dico riconoscenza per quello che hanno fatto, ma un pochino d'affetto, in cambio sanno dare tanto amore…….. invece in certi casi vendono considerati un ingombro, pacchi da spedire in "case di riposo".
    Anche per questo, poesie come la tua, che dimostrano un affetto emorme verso la loro persona, fanno davvero bene.
    Ti auguro una buona domenica, con amicizia, Vito

  10. Nocciolina Vany, avanti, apri gli occhietti belli. E' Ottobre che ti soffia vento e foglie sul faccino. Avanti, apri gli occhietti e porta un po' di calore in questo mese dispettoso. Non rimanere sotto le coperte al calduccio senza condividerlo con il tuo orsetto.

    orsetto di VaNY

  11. Vai pure tranquilla, Nocciolina Vany. Non c'è una sola, dico una sola parolina, che potresti ritenere brutta, né ci sono situazioni che potrebbero farti chiudere gli occhietti. E' proprio una favola, talmente pulita e simpatica che la puoi tranquillamente leggere anche a Rocco. E' proprio una favola per bambini dai 3 anni in su, fino ai 99. Protagonista è Cinzia da piccolina, quand'era un soldino di cacio. L'hai vista che bellina che era? Come abbia poi fatto a ridursi come oggi la conosciamo è un mistero. :-D

    Ma tu, quella cosetta che ti avevo chiesto? ;-) Non ti va. Mi serviva solamente per scrivere una favola dolce dolce come ho fatto con Cinzia. 

    Vabbe', nell'intanto leggi la favola su Cinzietta Streghetta pasticciona e forse cambierai idea. ;-) Son certo che sorriderai, è proprio simpatica la favoletta.

    Bacioni e leKKatine, Nocciolina VaNY ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

  12. Conosco abbastanza la botanica, ma essermi sfuggityo il vilucchio è imperdonabile.
    La lirica è dolcissima, si sparge come zucchero velato.
    Peter