Favoletta

Contrassegnato con
Pubblicato il da
romanticavany98Una panchina silenziosa aspettava, come tutti i giorni, il signor Paolo: strano, non era ancora arrivato!
In genere, alle 10 del mattino si accomodava, leggeva il giornale, dava da mangiare ai passerotti e conversava con loro che saltellavano sulle sue mani senz'alcuna paura e chiaccherava tra sé e sé; raccontava di sua figlia, che abitava a Parigi e che aveva due bellissimi bambini di cui ne aveva tanta nostalgia. Era sera, ormai, e quella panchina era un po' preoccupata. C'era freschino, una pioggerella cadeva leggera; però non era mai accaduto che il suo amico non passasse di lì, anche solo per un salutino.. "Ah, è vero!" pensò la panchina. "Oggi c'è la fiera! Ecco perché non viene nessuno a passeggiare nei giardini!". Mentre così rifletteva, due bambini erano giunti inaspettati saltando su di lei con allegria e ridendo in una lingua sconosciuta mentre una giovane donna la guardava con curiosità. "E' questa papà?" diceva al signor Paolo che la seguiva a poca distanza.
"Va bene, papà, se è così che vuoi.. ora che vieni a stare con noi a Parigi, portiamo anche lei! Starà benissimo nel nostro giardino, che ne dite bambini??".
La panchina non capì la risposta dei bambini, perché parlavano in francese.
Era chiaro, però, che tutti erano contenti!

King: "[..] troppo spesso ci si dimentica degli anziani e della grande risorsa umana che essi sono: non lasciamoli dunque abbandonati, ricordiamoci di loro, non solo a parole, bensì con i fatti. Non lasciamoli soli anche se loro fingono di stare comunque bene."

22 pensieri su “Favoletta

  1. Se vai a messa, dì una preghierina anche per il tuo orsetto con il tuo cuoricino però. Non con altro. Solo con il tuo cuoricino.



    orsetto di VaNY

  2. Ora ho capito chi è che ha fregato dal giardino quella panchina tanto bellina sulla quale avevo inciso un cuore con i nostri nomi. L'hai fatta portare via tu e Rocco. :-D Sì, ma ti sei dimenticata che anch'io ho bisogno di te, siamo INSEPARABILI noi. Mica solo il signor Paolo ha bisogno di affetto. ;-)
     

    A volte, Agnellina, ti vengono in mente delle idee ma delle idee così strampalate che solo un cuore puro può pensarle, e tu lo sei un cuoricino puro. Chissà in quanti avranno capito la tua metafora, ma io dico che è giusto, che troppo spesso ci si dimentica degli anziani e della grande risorsa umana che essi sono: non lasciamoli dunque abbandonati, ricordiamoci di loro, non solo a parole, bensì con i fatti. Non lasciamoli soli anche se loro fingono di stare comunque bene.

    LeKKatina mia PaPPagaLLina

    orsetto di VaNY

  3. Deliziosa e amorevole storia la cui morale mi ha molto intenerita. E' vero i nostri anziani sono una risorsa e oltre ciò meritano rispetto e amore: senza di loro non saremmo ciò che siamo. Tutti facciamo lo stesso percorso, mia mamma mi diceva sempre: "Io ero ciò che tu sei!"

    Buona e felice giornata.
    con affetto
    annamaria* 

  4. Ma che teneriSSima che sei, hai riportato il mio commento sotto la tua bella favoletta a mo' di spiegazione. 

    Svegliaaa, asciuga dai tuoi occhietti belli il sonno e vieni a darmi un bacetto e una leKKatina. 

    LeKKatina e piSSicotto ^__^

    orsetto inseparabile di VaNY

  5. dolce e tenerissimo questo racconto, sembra una favola ma è una bellissima storia dei nostri giorni, intrisa di tanto sentimento, una di quelle cose che fa tanto bene leggere..
    Ti auguro una buona serata, con amicizia, Vito

  6. Povera la mia Puffettina, ti dispiace che sia morto. Ma è solo un racconto, una metafora per raccontare la storia sì di un suicida, ma che offre la scusa allo scrittore, cioè a me, di parlare dell'aldilà, di dio, della filosofia che gira intorno al concetto d'una vita dopo quella terrena. In realtà, poi, non è morto questo signore: alla fine si risveglia e si risveglia sul lettino d'uno psicologo al quale tutte le volte racconta il medesimo sogno, di essersi suicidato, di esser morto e di non aver trovato nessun paradiso. Insomma, è un po' toccato di testa. ^__^

    leKKatina freudiana, Puffettina dolce ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

  7. Adesso vedi fare la nanna, le brave Puffettine fanno la nanna a quest'ora. ♥ ♥ ♥

    E non mi sparare, Puffettina AmOROSA ♥ ♥ ♥

    LeKKatina dal tuo GRANDE PUFFO

    grande Puffo di VaNY ;-)

  8. Ciao Vany!!!
    Finalmente riesco a commentare!
    Troppo saggi per lasciarli soli,una vicina di casa molto anziana e sola la pensione misera che ha non le permette nemmeno di fare due pasti,il comune ne passa uno solo..noi pensiamo ogni giorno alla sua colazione,caffè e brioscina al bar sotto casa,come piace a lei…è poco ma donato con il cuore
    Un abbraccio grande dolcezza infinita!
    Bacini

  9. Immaginavo non sapessi niente o quasi del Boss. Bene, questa è una ottima occasione per scoprire uno dei massimi cantautori-poeti americani, che in 40 anni di musica ha praticamente raccontato in poesia l'America sotto ogni suo aspetto. E ovviamente non mancano nel libro note biografiche su Bruce Springsteen. E l'introduzione, scusa se è poco, è firmata da Ennio Morricone, tra l'altro Premio Oscar alla carriera.

    Ti lascio con una romanticissima canzone di Bruce Springsteen, Because the Night.

    ♥♥♥ Sogni d’oro, Agnellina Vany

    orsetto che ti loVVa TANTO TANTO TANTO

  10. Mia Pagnottella, mia dolce dolcissima Pagnottella Vany, siamo messi davvero male. La classe politica è tutta sporca, ma la destra un po' di più: ed è purtroppo vero, lo sappiamo sia io sia te. E' stato declassato il rating di ben 7 banche italiane, fra le più grandi: in pratica non sono ritenute affidabili; questo significa che sono a rischio anche i nostri risparmi e che, come dicevo nel mio pezzo, basta un niente per finire come la Grecia se non peggio ancora.

    Ma Berlusconi continua a restare gridando che non si dimettera mai: sta lucrando su noi poveri, mentre a una come Cicciolina le danno 3000 euro al mese perché ha fatto la parlamentare – ma chi ce l'ha sbattuta in Parlamento? Abbiamo le pornostar in Parlamento e le sokkole, ti credo che siamo inaffidabili. Abbiamo i lenoni in Parlamento, ti credo che siamo inaffidabili.

    Pagnottella dolce, scappa via con me. Ci rifugiamo in un bel boschetto e viviamo di bacche e verdurine.

    ♥ ♥ ♥ morSetti & leKKatine ♥ ♥ ♥

    Buondì, Pagnottella Mia Bella

    orsetto di VaNY