un soffio di felicità.

Contrassegnato con
Pubblicato il da
romanticavany31298 Nel silenzio di un pomeriggio d’estate,
sembra sognare il colle addormentato,
rovi di more blu accesi e vigne,
scrivono leggeri sapori,
tetti di case disegnano il cielo
ed i colori sono oro bruciato,
cantano sul verde degli alberi le cicale
e dormono i gattini aggrovigliti
sotto l'ombra fresca del pergolato,
canta da lontano il gallo imbarbagliato,
le petunie ed i gerani sono macchie di colore
che ricevono a spicchi il sole.

Si aprono in fresche parole,
amori estivi donano baci
sotto la quercia antica
sussurrano su mille stanchezze,
un “no”, un "non si può", e un “ma và!”.
Chiari pensieri, suoni forti di vita,
soffia il vento tra le nuvole,
si affacciano muti i sogni,
accendendo l'eccitazione
in armonie, il cielo, i prati,
le acque, i fiori, e i frutti
raccontano saggezza
che parla in un paesaggio
sfumato dalla calda stagione.
E, l’anima ferma a se stessa, respira,
legge gli
istanti.
calma, un dolce sentire
tocca con le dita del cuore;
ricevendo un soffio di felicità.

20 pensieri su “un soffio di felicità.

  1. la gioia della vita prende le forme della tua bellezza in questo concerto di parole che giunge alle sorgenti del cuore.

    Bravissima, un caro abbraccio 

  2. Bravissima! Una poesia dolcissima intrisa d'amore per la vita. Non smettere di guardare il mondo così, cara Vany, il bellissimo mondo che taluni vorrebbero sporcare.

    un abbraccio affettuoso
    annamaria*

  3. E' inutile, sei proprio una bambina, ma proprio una bambina che del sole non puo' fare a meno. Ti basta un raggio di sole sul faccino per renderti felice, manco t'avessero regalato l'oro degli Inca. ^__^

    Il tuo mondo è fatto di piccole cose, di piacere minimi e quotidiani, il sapere che ci rovi nascosti di more e fragoline selvatiche; vedere i gattini che si stiracchiano al sole e poi si raggomitolano; chiacchierare con le amiche del più e del meno, se è vero l'amore o se è una nuvola passeggera; e sognare, mai smettere di sognare. Di questo la tua vita si nutre e ne fa tesoro, è così è la tua poesia che non ammette ombre d'infelicità.

    Sei una bambina bambina, è così. Sei così, bambina bambina bambina.

    Milioni di leKKatine, piccola Stelina d'Oro e d'Argento di Luna

    orsetto di VaNY

  4. Ciao Tesoro, come stai?
    Purtroppo assente per una susseguirsi di morti in famiglia, l'ultima mia moglie a maggio, ora sono senza famiglia, se squilla il telefono è per annunciare la mia morte.
    Un bacione

  5. Di fronte ad un annucio così sofferto io non posso rimanere  indifferente , ma so che il dolore e la prova non posso essere cancellati da un colpo di spugna , ma so anche che la morte, il male , la sofferenza non sono l'ultima parola per la vita dell'uomo e dei suoi cari che pur lasciano questa terra. E la certezza di questa speranza rinviene non da una consolazione illusoria ma è nella Carne contemporanea di Chi la morte ha vinto e ci permette attraverso il Mistero della sua Presenza di sperimentare questa letizia impensabile.
    Un abbraccio a tutti

  6. Ciao Vany!
    E'bellissima,un canto alla vita come solo tu sai fare,parole gioiose da stringere al cuore
    Un abbraccio zuccherina.Buonananna
    Bacini

  7. Grazie , dolcissima , splendida e cara Vany, per il tuo passaggio con filosofici pensieri scelti a far  sì che non ci si accorga tanto del passare del tempo e per la bella ,intrigante immagine!
    Stupenda la tua poesia: la descrizione di un pomeriggio estivo non poteva essere più esaustiva; calore , sentimento , eccitazione dei sensi  e una rasserenante sensazione di felicità! Bravissima !!
    Un bacissimissimo a te , tesoro!Lucio

  8. Che bella questa poesia,Vany, è un immergersi nella natura, come fossero i nostri pensieri, una parte di noi e noi una parte di essa, un concetto da molti dimenticato. Ed ecco che il colle, le cicale, i rovi che per chiedere perdono del loro pungere offrono deliziose more,  i tetti delle case che disegnano il cielo (quanto mi piace questo verso), il gallo lontano, tutto sembra cantare, raccontare, fondere le loro singole voci in un tutt'uno armonico. Riesci a creare in chi legge atmosfere che ricalcano momenti di intimità con il creato e un po di rimpianto per non essere lì respirare quelle emozioni che anche il semplice stormire di fronde riesce a trasmettere.
    Splendida l'immagine, a me molto cara, del possente albero, muto testimone di amori vissuti ai suoi piedi, di promesse liberate nel vento, e dello smarrirsi uno negli occhi dell'altra. Chissà quante ne ha ascoltate, se potesse parlare, sono certo che scriverebbe il più bel romanzo d'amore. 
    Ti ringrazio per questa bella emozione che mi hai donato con la tua splendida poesia, grazie per le tue parole sempre molto genitli.
    Ti auguro una buona giornata, con sincera amicizia, Vito

  9. Be', se ti ho annoiata mi spiace. Vedrò di far meglio la prossima volta.

    E' solo una metafora per il Male il fatto che il nano sia un essere inferiore. Ricordi che cosa cantava Fabrizio De André? "I nani hanno il cuore troppo vicino al buco del culo".

    LeKKatine megagalattiKe per te ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

  10. Per fortuna che non ti interessa Costantino e i tipi come lui, e nemmeno il suo pacco, altrimenti mi sarei messo a piangere di brutto. ;-)

    Ma io per sicurezza prendo le misure del mio. :-D

    ♥ ♥ ♥ Stellina Vany, SmaaacKKK

  11. Ma fai beniSSimo a criticare i miei racconti. Ci mancherebbe altro. Lo pretendo che li critichi, alla tua maniera. Io sono feliciSSImo quando mi critichi in positivo e in negativo anche. C’è sempre da imparare da un’anima candida come la tua, e non lo dico per finta o a titolo di scherno.

    Se devi dire che un racconto è brutto lo dici e basta, lo pretendo. Non voglio assolutamente essere adulato né incensato. Se invece merito un piccolo complimento, se ti va di farmelo, bene, ne sarò felice. Ma devi criticare sempre secondo il tuo gusto e non censurarti mai e poi mai. Chiaro?

    BACIONISSIMI

    orsetto di VaNY ♥ ♥ ♥

  12. Ti ringrazio del tuo originale commento sui sogni :)  Putroppo non posso fare altro che cadere, e non esiste il fondo, nulla che possa che possa frenare la mia rovina…
    Un fortissimo abbraccio e un meraviglioso weekend a te, leggiadra Vany!
    Marco