Un po’ di me


Pubblicato il da
romanticavany123234Per fortuna che l'estate c'è e si va al mare: la cosa più bella del mondo!
Il sole, la sabbia, gli scogli, lo sciacquio dell'acqua, i tramonti riflessi, e le albe rosate: anche solo pochi giorni, ma ci devono essere. Il mare è un miraggio che ha qualcosa di esotico quindi è un vero stacco dalla realtà.

Ricordo da bambina il viaggio verso la vacanza era un incubo. Tutti incastrati dentro la mitica Marea color mare di mio papà schiacciati sotto una montagna di valige. La gioia più grande era fuori dalle gallerie: appariva come per miracolo la distesa azzurra di Baja Sardinia, era qualcosa di incontenibile come un desiderio fisico.

A dieci anni ho iniziato a portare il pezzo sopra del costume, gli altri bambini cattivissimi me lo toglievano, canzonandomi e dicendomi "levati il reggi-niente". Io volevo sprofondare ma in fondo non me la prendevo.

La mia famiglia toscana ha anche una casa a Viareggio in campagna, nelle mie estati là si pranza e si cena tutti insieme; da bambina era proibito fare cose strane, mia mamma e mia nonna erano attente agli orari ed alla buona educazione. Litigavo spesso con i miei fratelli e sorelle, un passatempo meraviglioso ora che ci penso. Poi andavamo nei campi e correvamo dietro alle farfalle, ci arrampicavamo sugli alberi per prendere le pesche, le albicocche , dalle siepi selvatiche facevamo indigestione di more.

La luce forte mi dà fastidio da quando ero bambina, prima della stagione calda mi assale un senso di tristezza e angoscia. Stare in spiaggia nelle ore più calde non mi piace affatto, il sole poi lo prendo all'alba fino alle 10 e nel pomeriggio tardi.. il bagno mi piace farlo al tramonto quando non c'è quasi nessuno. Mi piace riempirmi di crema e mettere un cappellaccio di paglia sgangherato a falde larghe e combatto il caldo con camice fresche di cotone indiano. In questo periodromanticavany123234o sono pigra e disorganizzata forse ho il cervello cotto dal troppo sole e funziona solo con i sogni.. ecco appunto sogno e non faccio nulla sono pigra.. pigrissima.

Quest'estate siamo stati tutti al mare in un borgo piccolissimo, con le case praticamente dentro l'acqua. La mattina andavamo a mangiare i bomboloni fritti alla bottega del pane, poi di corsa sugli scogli a vedere i pescatori che tornavano dal mare. C'era un bel ragazzo addetto allo sbattimento dei polpi per ammorbidirli. A me facevano pena, ma li mangiavo lo stesso bolliti o in insalata pur di vedere il bel ragazzo.
Uno dei momenti più belli è stato quello della mareggiata che ha invaso la spiaggia di alghe. Abbiamo aspettato che finisse per pulire l'arenile e con le alghe abbiamo fatto un enorme falò. La sera, poi, tutti seduti al fresco a guardare la luna a fettine come la tagliata e le tante stelline del cielo che ruotavano nei sogni.
 

17 pensieri su “Un po’ di me

  1. Ah le vacanze!
    Vedo che le tue sono state bellissime, compreso il ragazzo fascinoso eheheheh!
    Buone vacanze ancora e buoni sogni!

  2. Nel descrivere la "villeggiatura", come veniva chiamata, della tua infanzia, hai riportato atmosfere che, ahime!, spero di sbagliare, ma sono in declino, ed è un vero peccato. Il vivere semplicemente la campagna, anche rincorrendo una farfalla, che puntualmente non si riusciva mai ad acchiappare, il pranzare e il cenare tutti riuniti attorno alla semplicità di una tavola, contribuiva certamente a cementare nel reciproco rispetto, quegli affetti, quella sensazione di vita che alla sera ti portava ad addormentarti felice al canto della nenia di migliaia di grilli e con la carezza di una luna invadente.
    Beh! meglio che smetto altrimenti mi perdo nei ricordi e va a finire che le dita digitano da soli sullta tastiera, con la  mente che vaga distratta nei ricordi.
    Ti auguro una buona settimana, con amicizia, Vito

     

  3. Ciao Vany!!
    Che bella la vacanza vissuta con le cose semplici,le migliori e tu le sai gustare e vivere con l'allegria che ti distingue….
    Un abbraccio grande grande.Buonanotte
    Sogni colorati

  4. momenti che abbiamo rivissuto leggendo la simpatica freschezza della tua semplicità adagiata sulle colline del giorno…

    Un caro abbraccio, buona estate 

  5. Sei una ventata d'aria fresca, di gioia, di poesia, piccola Vany. Il tuo spirito-bambino non è affatto cambiato nel corso degli anni tuoi che eppur son pochi ancora: ieri eri bambina ed oggi sei donna-bambina. Però il fatto che ti piaceva il marinaretto mi dà un po' da pensare, perché mi sa che tu m'hai tradito, col pensiero. Ma mi sa che mi tocca di perdonarti perché alla fine ti sei incantata a guardare la luna tagliata a fettine e non m'hai dimenticato.

    A me non piace affatto scendere in spiaggia, di mattina poi non oso proprio e non solo per la confusione: troppo caldo, troppo davvero e il sole che mi picchia sulla testa mi cuoce in meno d'un niente oltre a spellarmi la pelata. Il cappello di paglia lo metto anch'io per andare sul lungomare, ma più in là non mi spingo. Mi piace passeggiare sulla spiaggia ma solo nelle ore serotine, quando il carro d'Apollo è già calato e in cielo ci sono le stelle. Ancor più bello il mare d'inverno, il sole non lo reggo. Sono un po' orsetto polare, ma che ci vuoi fare?

    Non pensavo che la luce forte ti desse fastidio e ti ispirasse tristezza. Lo sai che la stessa cosa accade a me? E' per questo che spesso mi vedi con gli occhiali da sole, per evitare l'incontro diretto con la luce.

    Che bello, che bello, che bello, sei tornata. Sei meglio di un milione di caffè. Leggerti di primo mattino mette il buon umore e fa felici per tuta la giornata.

    Voglio la LeKKatina, la leKKatina mattutina per svegliarmi, Amoruccio

    orsetto di VaNY

  6. Bentrovata, carissima Vany! Ti ringrazio di cuore della visita e dei commenti :)
    Un fortissimo abbraccio e sogni sereni a te! 
    Marco
     

  7. Ma io non faccio proprio niente. ^_^
    E’ tutto inventato di sana pianta. Beh, quasi tutto. ^__^

    Ci sono le cose belle, è vero, ce ne sono. E Tu, Nocciolina Vany, sei la più BELLA. Che dici? Non sei bionda. Echissenefrega, sei più bella brunetta col faccino acqua e sapone frescofresco allegroallegro come una giornata di sole.

    Non dico che il mio ritratto sulle donne sia veritiero perché non lo è affatto. E’ una esagerazione. Una provocazione, dove io mi calo in una veste tipicamente grottesca alla Fantozzi.

    Volevo vedere un po’ le reazioni delle donne e la tua l’ho appena ricevuta.

    Ma io sono soprattutto il tuo orsetto e tanto fa. ♥ ♥ ♥

    Voglioo la leKKatina VANYtosa, piccola bimba mia BUONA BELLA BRAVA

    orsetto di VaNY

  8. Amoruccio, pensa alla 4mani, venerdì s'avvicina. Avanti, dona un po' della tua freschezza bambina all'orsetto.

    M'hanno dato una mela ghiacciata per rinfrescarmi. Sul serio, nei parchi danni cocomeri e altra frutta ghiacciata per rinfrescare gli animali.

    orsetto di VaNY

  9. Anch'io ho gli incubi da trauma infantile dovuto a traslochi estivi con valigie opprimenti ovunque! Però a distanza di tempo…il mare e la campagna restano i ricordi  più belli! :D Ciauuuuuuuu

  10. Che bello questo tuo narrare della tua infanzia estiva e del tuo presente. Hai una mano di velluto che affresca parole con i colori delle tue emozioni.

    Bentornata, carissima Vany, un evviva alla tua freschezza che pervade.

    con tanto affetto
    annamaria