Nelle sere d’estate


Pubblicato il da
romanticavany23819

E' caldo, tanto caldo
il giallo dei campi trebbiati del grano
è così dorato, così accogliente;
una piccola brezza scuote
le foglie dei gerani del mio balcone
dorme la gatta, luccicano gli occhi del mio cane
le campane suonano, è festa nella via
mi stanno cercando, ma io vorrei volare
da te, che sei lontano,
forse in quegli anfratti bui
che decanti nelle tue scritture,
oppure, in quelle osterie dormienti
dove la gente culmina nell'eccesso del bere
e delle bestemmie leggere
dove il sapore di menta esalta
un calice magico che toglie il pensiero.
Lingua di bacco, la nera tua poesia.
Ora il giardino è illuminato dai lampioni
un riccio passeggia leggero,
ed i grilli iniziano il loro concerto: cri.. cri.. cri,
le rane li accompagnano: cra.. cra.. cra.
Un sospiro, un immediato pensiero
quando la mamma mi raccontava la fiaba
di cenerentola ed io l'ascoltavo rapita.

18 pensieri su “Nelle sere d’estate

  1. Che bella poesia questa tua – che ti ruberò, poco ma sicuro -, si sente davvero che c'è dentro tutto il tuo cuore e la tua anima ben radicati alle piccole cose della vita che sono le più genuine e che, sostanzialmente, non deludono quasi mai. C'è la voglia di guardare al momento presente immaginando chi credi lontano, inventando con originalità romantica il disegno d'un uomo forse solo, forse un po' brutto e scorbutico. ;-) E non manca il tratto favolistico che è rimando alla fanciullezza, a quella fanciullezza tanto spietata ricca d'ingenuità e per questo mai severa ma sempre illuminata da un alone magico di redensione. E sì, perché perché nell'età della fanciullezza la tua poetica ripercorre con felice audacia il tempo che fu per trasporlo nell'attualità dell'oggi donandogli così nuova veridicità. 


    Il ranocchio fa cra cra cra, ma ti regala anche il suo sorriso più smagliante perché tu sei principessa, favola d'anima in carne e ossa.

    Milioni di lucciKanti leKKatine, Piccola Vany, dolce Angioletta. Riposa fresca e sogna solo cose belle.

    orsetto di VaNY

  2. Interscambi di frasi scritte e scorci di parlato sciolto, si mescola la forma, si catalizza la sostanza .. e si decanta l'essenza…
    per ogni occasione che si recita o si ascolta una favola, c'è una contrapposizione che esalta il finale, e gli da ancora più gusto; perlomeno, personalmente ci ho sempre creduto …:)

    Ps.
    Occhio all'occhio del ranocchio ! occhio occhio occhio teniamolo sott'occhio (sigla del mitico cartoon Demetan, che favola ragazzi …!)

  3. Mia leggiadra farfallina Vany, il tuo orsetto ha un caldo maledetto. Non ce la fa, vuole tornare tra i ghiacci e gli iceberg dove il salmone abbonda e il pesce è facile da pescare e tutt’intorno è una distesa di bianca vergine neve. L’orsetto ha bisogno di fresco, altrimenti gli va in pappa il poco cervello che gl’è rimasto. :-D

    Il libro curato da Mara è una squisitezza, sono tutti racconti dolci, non come i miei pieni di scene macabre o gotiche o con quella brutta sporca cosa che è il sesso. Non c’è niente di tutto questo, sono invece racconti scritti con piglio ora dolceamoro ora più introspettivo, insomma roba seria ma non seriosa, racconti che puoi leggere tu come tua mamma ma anche il nonno. Una antologia per la famiglia, sì, direi che è proprio così. Si guarda infatti al microcosmo, alle piccole cose di tutti i giorni, alle felicità e alle tristezze anche, e che però mettono il sale alla vita e la rendono degna d’esser vissuta al meglio.

    Buondì, milioni di leKKatine fragolose e bacetti lussuriosi ;-) ))

    orsetto di VaNY

  4. Dolcezza, fa tanto caldo, ma pensando a te mi si rinfresca cuore e anima. ♥ ♥ ♥

    Nella cassetta della posta trovi la nostra 4mani.

    Dolcissima serata, Ma Cherie ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

  5. E' tutto in tono molto lieve. Una pagina di erotismo un po' ematico, solo tu potevi pensare una cosa del genere. ^__^ E' un erotismo, a mio avviso, molto ingenuo e da peperina allo stesso tempo, ma niente di sconvolgente. Per moltissimi versi gli accenni erotici sono trattati non con morbosità bensì con una sorta di indagine, comica alle volte. Non dimenticare che il libro è stato scritto da una ragazza giovanissima che gioca anche a far diventare galletto chi da tempo non lo è più. E' anche la storia d'una ragazzina che scopre la sua femminilità. Se lo leggi te lo divori in un paio di ore e ti farai delle grasse risate scoprendo che certe malizie femminili, per nulla rimproverabili, in maniera inconsapevole le hai adottate anche tu. ;-)

    Credo che Cinzia la Stregaccia l'abbia letto quando uscì per Cico. Forse lei ti potrà confermare che quanto dico corrisponde a verità.

    ♥ ♥ ♥ Angioleta, svegliaaa… sei tu la mia e unica e sola Angioletta, svegliaaa… ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

  6. Mi son detta – vediamo che fa la Vany, è tornata da Parigi? Entro e trovo questa armoniosa poesia ricca d'immagini suggestive. E' bellissima, amorevole e accarezzata dalla nostalgia  dell'infanzia che rende magica la vita.
    Ma anche è una dedica alla persona del cuore.
    Bravissima!

    un abbraccio mattutino
    annamaria

  7. Lo so che te lo ricordi questo racconto, ma quello che ho postato or ora non puoi ricordarlo perché è nuovo di zecca. Magari lo leggerai domattina. ;-)

    Il problema di Lupo Grigio e Lupo Biondo è che sono due fondamentalisti la cui sola ragione di vita è di estirpare la vita a quanti non condividono i loro ideali che a ben vedere sono dei non-ideali.

    Non abbuffarti. :-D Con il caldo che fa non è bene mangiare troppo e poi bisogna mangiare sempre con moderazione.

    ♥ ♥ ♥ LeKKatine VanYgliate ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    VANY E' BBB
    BELLA BUONA BRAVA ♥ ♥ ♥

  8. Caspita, sei tornata alla grande….. sai, in questi versi è racchiusa un'atmosfera quasi scomparsa, quella della semplicità di una vita che correva a velocità più lenta di quella attuale, quella semplicità che resiste solo in alcuni piccoli paesini.
    Le osterie, i ricci, le rane, i grilli e quelle storie che rapivano le menti in un volo di fantasia che forse ora ha smarrito le sue rotte.
    A me hai donato un viaggio nei ricordi…..  con sincera amicizia, Vito