Ero e Sono Somara


Pubblicato il da
romanticavany238923233E' facile essere felici quando la vita scorre come una canzone. Ma cos'è che ti cambia la vita, il brutto o il cattivo tempo?

L'ho rivista oggi, la mia estetista, con lei ridevo ad ogni pelo che mi toglieva: ogni strappo di ceretta era un brontolio sghignazzoso. Per lei mi ero indebitata, per tutti quei deliziosi profumi che tanto facilmente riusciva a vendermi.

E così un giorno, per saldare il mio debito ho rubato e venduto la collana d'oro di mia sorella. Ho pagato e non sono mai più tornata da lei, poi ho deciso di raccontarlo a mio padre anche se sapevo di dargli un grosso dispiacere, ma non sapevo come farlo.

Ho scritto tutto su un foglio, confessando la mia cattiva azione. Non solo gli avevo esposto il fatto ma avevo chiesto anche di essere punita. Gli ho consegnato il foglietto e mi sono messa di fronte a lui mentre lo leggeva; temevo la sua ira, invece ha abbassato le palpebre e copiose lacrime gli sono scese. Lo avevo deluso amaramente.
Anch'io piangevo, vedendo la sua angoscia… non ho mai più dimenticato questo triste episodio.

Sono passati 4 anni ed oggi ho rivisto quell'estetista che sapeva convincermi così bene a fare ciò che voleva lei (il suo unico pensiero era spillarmi euro, l'ho capito tardi purtroppo); era tremante, accompagnata dalla sua badante, nonostante la sua giovane età e la sua bellezza non è più idonea per il lavoro che faceva: è ammalata, anche se mi aveva fatto tanto male mi sono fermata a salutarla e lei, mentre la incoraggiavo, piangeva.

Come cambiano le cose da un giorno all'altro: io sono diventata più forte, lei più fragile. Anch'io mi sono commossa, le ho sorriso: il sorriso vale le lodi della terra e brilla anche attraverso le lacrime.
La malattia è un grande oceano e la salute è una perla preziosa.
In quell'oceano tutti dobbiamo saper galleggiare nella nostra perla.

25 pensieri su “Ero e Sono Somara

  1. Ih Ih Ih, la mia piccola ladra in carriera, la mia piccola Fujiko che hai i morsetti di coscienza.

    Ma io so bene che non sei pelosa. Che ci andavi mai a fare da quell'estetista? Conosco ogni centimetro quadrato della tua pelle e mi sembra che sia tutto a posto, morbida vellutata e calda. ^___^'''

    Certo che rubare la collanina della sorella…  sei proprio una piccola carognetta. :-D

    Fa' dolci sogni, Piccolina.

    Orsetto di VaNY

  2. Grazie , bellissima e dolcissima Vany, per il tuo saluto ,floreale , augurale! Ti auguro una giornata luminosa e positiva sotto ogni aspetto! 
    Bellissima e onesta la tua "confessione" e vere  e profonde le considerazioni finali!  Un bacio al tuo cuore meraviglioso e complimenti  per il tuo comportamento dopo lo sbaglio! Lucio

  3. Ciao, non ti nascondo che nel leggere questa esperienza di vita, mi sono commosso. Nella vita si può sbagliare, tutti sbagliamo, nessuno può ritenersi immune da questo.
    Sbagliare è umano, ma chiedere perdono è un gesto che onora, perchè spesso, nel farlo ci vuole molto coraggio e ottenere il perdono senza dubbio rafforza e gratifica.
    Solo chi cade può conoscere la gioia del rialzarsi.
    Sono certo che nel vedere la tua estetista in quelle condizioni di salute, hai voluto, con quel sorriso sincero, fare provare anche a lei la gioia del perdono e questo è un grande gesto.
    Ti auguro una buona giornata.
    Con amicizia, Vito

  4. L'hai già letto?
    Wow, ma sei una bimba lettrice allora. ;-) Non sei solo bella, sei anche intelligente.

    Se dovessi fare una domanda alle due autrici, che cosa chiederesti loro?

    orsetto di VaNy

  5. Ciao Vany!
    Si potesse tornare indietro a volte eh,solo crescendo si capiscono gli errori che servono come esperienza di vita,le delusioni dei figli i genitori li dimenticano,tranquilla,sappiamo perdonare e dimenticare l'amore è talmente grande!
    Un sorriso dolce Perla.Buona serata

  6. Il coraggio di ammettere gli errori è stupendo e non è da tutti.. Le debolezze sono umane e fanno parte degli istinti.. La sincerità è la più grande delle qualità.. Perché ti difendo? Anch'io ho vissuto una situazione come la tua, e se è vero che l'atto compiuto non è propriamente dei più belli, è vero anche che i tuoi desideri erano stati destati oltre ogni aspettativa.. L'oro venduto era appartenuto a mio padre e la confessione la feci a mia madre.. Per quello che riguarda la punizione fu già durissimo portarlo dentro in silenzio nella coscienza, senza che nessuno potesse supporlo.  Ad ogni censore un consiglio di alzare la mano se non ha mai avuto un attimo in cui ha sbagliato pesantemente.. Le esperienze insegnano ed è quello il grande tesoro. Nessun falso moralismo e perbenismo.. Ho conosciuto di quelli che ne avevano combinate di grosse e che sono stati zitti.. Se conosci qualcuno perfetto direi che è da sposare, ed alla prima vendergli l'oro.. Ha ancora qualcosa di interessante quell'estetista??  hahaaha scherzooo

  7. Ciao carissima amica mia  grazoiie dei tuoi commenti  e riguardo al tuo post non credo velle somare ma solo nella bonta' dell'amore  tu lascio un grande bacione smack  olive dolci

    L'ESPLORATORE

  8. Mi sono commossa come tuo padre. E' bello riconoscere i propri errori, anche se non lo sono proprio. So bene come sanno essere convincenti quelle estetiste, come sanno vendere e approfittarsi, l'hanno fatto anche con me, ma ora non funziona più: ho compreso come te, crescendo si capiscono molte cose. Peccato che ora la tua estetista sia ammalata, la salute non si compra e tu sei adorabile, non somara.

    un bacione
    annamaria*

  9. Meglio di una canzone … per stasera, per me che sono al video ad alambicacre placidamente il cervello.
    Mi soddisfa (e consola) considerare che nonostante si sia pagato pegno non si è rinunciato alla possibilità del perdono che la compassione invita ad accordare, e nella ripresa di una "birichinata" si avverte una grande crescita, la perla emergente contempla grazia e misericordia.
    Un gran bacio *
    E grazie di cuore per lo squisito contributo sui tulipani che mi hai lasciato !!!
    Ray

  10. Non ti libererai mai di me,
    del fantasma formaggino
    che di notte viene a sbirciare
    quant'è bello l'agnellino
    addormentato sul cuscino

    ♥ ♥ ♥

    Sono solo un po' indaffarato, ma non sono affatto scomparso né mi fa male il braccio, comunque non tanto. Certo che se mi dessi un altro bacetto potrebbe andar assai meglio. ♥ ♥ ♥

    AGNELLINO, ma quanto ti voglio bene?

    orsetto di VaNY

  11. Io non adoro nessuno eccetto te, Vany, perché tu sì sei veramente semplice. Certa gente in tv ma fa davvero impressione, perché non è più né di carne né di spirito.

    ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNy