150° dell’Unità d’Italia


Pubblicato il da
romanticavany29783Un pizzico di cielo azzurro e di alberi al vento; qualche ora di sole e una manciata di sorrisi. Ed è sufficiente una giornata di pioggia, di quelle così grigie da avere l'impressione che tutti i colori sbiadiscano, influenzati dal cielo plumbeo. Resto immobile a fissare i rami pieni di foglioline nuove, le macchine sfrecciano a tutta velocità  sfidando il cuore ovattato della città, mi perdo nel caos che mi circonda come se fossi stata catapultata in una metropoli gigante: la mia piccola Viareggio, invasa dai rumori del traffico; le strisce sottili di cielo racchiuse tra i tetti dei palazzi si allargano, vicino alla piazza, e al lungomare in una distesa infinita di venature bianche e turchesi. 
Oggi si festeggiano 150 anni di gesta dei nostri valorosi che  mai saranno dimenticati, tutto ciò  mi fa sentire in bilico e, come un'equilibrista sull'arcobaleno, guardando avanti, sperando che l'orizzonte che fisso da lontano sia la meta dove potremo finalmente allentare le tensioni di questi momenti e tirare un sospiro di sollievo, abbracciando nuove sicurezze.

romanticavany29783

3 pensieri su “150° dell’Unità d’Italia

  1. Non l'avevo visto questo post, Amorino. ♥ ♥ ♥

    Ma che hai fatto?
    Una immersione totale nei libri di storia?

    No, questo è il tuo cuore che parla, che descrive l'intorno, un pezzetto d'Italia che è rappresentativo del tricolore. Certo Garibaldi non pensava che una bimba come te avrebbe fatto l'equilibrista sull'arcobaleno, ma di certo non ha mai incontrato una bimba romantica come qual tu sei. ♥ ♥ ♥


    ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY