La voce del mare

Contrassegnato con
Pubblicato il da
romanticavany231789 Uscivamo certi pomeriggi
andando a cercare
con le mani nella sabbia
ciottoli e conchiglie

mi dicevi,
"sei buffa!"
e a me piaceva.
Non c'era mai nessuno
vicino al mare,
solo il vento.

Andavamo lì
per stare insieme
ti dicevo,
"andiamo via,
c'è troppo vento";
ti chinavi,
prendevi una conchiglia
e mi dicevi
"fermati, e ascolta
la voce del mare
e dei nostri sogni".

29 pensieri su “La voce del mare

  1. Che romantica l'immagine che si è creata nella mente, leggendo queste parole, essere soli su di una spiaggia con il sottofondo del mare spumeggiato dal vento crea una atmosfera ove l'amore non è certo un complemento ma il fulcro. Si in quel momento ascolti una conchiglia, ci puoi sentire anche i tuoi sogni….
    Buona serata, con amicizia, Vito

  2. Grazie ,dolcissima Vany , e perdona il mio ritardo , per quel bellissimo ed elegante buon giorno ! 
    Bellissima poesia e stupendi ricordi con i tuoi versi! il suono del mare daslle conchiglie , memorie  da fanciullo anche per me!  

    Bacissimi  e dolce sera, mia cara, con un abbraccio immenso! Lucio

  3. Sei la mia piccola Venere, ma i sogni più belli non li ho ascoltati nella conchiglia bensì posando l'orecchio e l'anima mia sul tuo cuoricino in fermento dentro al petto.

    orsetto di VaNY

    P.S.: la 4mani? hai una idea delle tue, una di quelle semplicisemplici?

  4. Ci sono infinitesime conchiglie e vorrei ascoltarle tutte, non venir più via, rimanere fino alle ultime luci e respirarne il profumo.. Sono rivestito da conchiglie e sassolini che io stesso ho raccolto, per i colori, le forme, per conservarne nel tempo la bellezza di quegli istanti..

  5. Ciao Vany!
    È bellissimo stare ad ascoltare la voce del mare dentro le conchiglie e la cosa piu' bella è che lo puoi sentire ogni volta che vuoi,anche a distanza di anni…
    Io adoro le conchiglie,ne ho tantissime e ognuna di loro è legata ad un ricordo
    Buonananna fiorellino.Bacione

  6. Esatto, Ciccina. E' proprio così. A lui non gliene fregava proprio niente di esser stato violentato. La sua preoccupazione era una e una soltanto: l'aver perso la partita alla tv. Solo questo contava, per cui sì, anche lui è della stessa precisa identica razza di quelli che l'hanno violentato. 

     

    Con questo racconto voglio solo dire che le priorità per certi individui sono quelle che sono: in questo caso la priorità era la partita di calcio, tutto il resto è contorno per il personaggio a cui non gliene frega proprio un bel niente d'aver subito violenza, perché anche lui è un violento e adopera la violenza per stare nella società. 

     

    Povera la mia Agnellina, mi sa che ti è andato di traverso il caffè stamattina. ♥ ♥ ♥ 

     

     

     

    orsetto di VaN

  7. Buondì, Sirenetta VaNY ♥ ♥ ♥     

    Fa' la brava, mi raccomando. E non andare al largo, lo sai che il mare è profondo profondo e che son tanti i pericoli. Ok?

    orsetto di VaNY

  8. Ogni volta che entro qui devo controllare la glicemia… perchè tra te e il tuo orsetto…. siete di una dolcezza….!!!!
    Le tue poesie escono dal cuore, e si sente. Scorrono limpide ed intense sotto gli occhi e riverberano dentro il cuore, ricordando attimi infiniti….che bello!
    Un abbraccio a tutti e due 

    (Adesso passo a visitare il blog di Orsetto, vediamo un pò che racconta… :) ))

  9. Quando non sento la tua piccola voce
    che sovrasta la mia grossa di sbruffone
    vengo triste e so bene il perché,
    manca la tua allegria nell'alma mia

    E' per questo che sempre ti cerco
    in mezzo alla nebbia delle metropoli,
    sbandando a destra e a sinistra
    levando alto il pugno contro le nuvole
    da Torino a Milano

    Col fiato ti disegno nell'aria fredda di città,
    e immagino te accanto al fuoco coi bambini

    E' per questo che sempre sego
    le gabbie delle metropoli, feroce
    e innamorato come solo un orso sa
    E non mi preoccupo dei rimproveri
    che domattina mi dirai in un orecchio
    spingendomi presto giù dal letto
    come un peluche che dolore non ha

    orsetto di VaNY

  10. Un senso di pace mi ha raggiunta leggendo la tua poesia, ho rivisto me da piccola e la mia mamma che oramai è più piccola di me e che mi manca tanto.
    Ciao Vany

  11. "nella vita sarai destinato ad incontrare tantissime persone, la maggior parte di esse ti passerà attraverso lasciandoti indifferente, ma alcune ti lasciano un segno…"