Divagazioni.


Pubblicato il da
romanticavany23332"Il mio bacio / era una melagrana / profonda e aperta: / la tua bocca una / rosa di carta"

Questa è una scritta che compare su tovaglioli di carta con il bordo fiorito che ho comprato con mia mamma.
Se mia mamma non esistesse, non li avrei comprati per nessun motivo ed avrei riso se li avessi trovati a casa di qualcuno. Ieri pomeriggio quando sono venute le mie amiche,  ho dovuto tirarli fuori perché erano gli unici che avevo a portata di mano. Mi sono un po' vergognata, ma solo un po'; quel che è meraviglioso nell'avere una madre è che le proporzioni di queste cose cambiano, si ribaltano, la distanza tra assecondare un suo gusto e quel che ti fa vergognare va via, se
romanticavany89372non si ha il coraggio di accettare questa differenza e la si combatte si è stupidi. Se non si approvano e si accolgono questi tovaglioli di carta orribili e li si mostra senza troppo pudore, in conseguenza di una mamma bambina, e se ci si vergogna allora le mamme non sono valse a nulla! ;) ed è per questo che abbiamo sorriso e recitato la poesia di Garcia Lorca.

"Le mie mani erano ferri / buoni per le incudini; / il tuo corpo era il tramonto / di un rintocco di campana. / Lo sfondo un campo di neve."

22 pensieri su “Divagazioni.

  1. Ciao Vany!
    Le mamme da ssecondare e accontentare,ehehe,crescendo si arriva a capire quante volte loro lo hanno fatto e sempre lo faranno per i figli,i ruoli s'invertono,siamo noi negli anni che a volte vi facciamo arrossire….in ambedue i casi,il sorrisi sono garantiti
    Un abbraccio gigante dolcezza infinita

  2. Hanno già espresso il mio pensiero i commenti qui sopra…
    ……e se posso dirlo…che meraviglia questi tovagliolini!!
    Buona settimana

  3. Dì alla tua mamma che io adoro la poesia di Federico G. Lorca, che la sua poesia è l'ideale a cui miro senza successo, ed ancora che la davanti alla genialità di Lorca ci si può solo cospargere il capo di cenere. Ed in verità non capisco perché vergognarsi di Lorca, della poesia, anche se è su dei tovaglioli. L'unico peccato è non baciare la poesia di Lorca e imperdirle così di scendere nell'anima.

    Io spero tu abbia letto Lorca, la sua poesia che è la più nobile e passionale di un secolo e che è patrimonio dell'umanità intera, finché ci sarà qualcuno con animo gentile capace d'indignarsi e di piangere alla Fontana delle Lacrime.

    "A questo mondo io sono e sarò sempre dalla parte dei poveri. Sarò sempre dalla parte di coloro che non hanno nulla e ai quali si nega perfino la tranquillità del nulla. Noi – e mi riferisco agli uomini di estrazione intellettuale ed educati nell'ambiente delle cosiddette classi benestanti – siamo chiamati al sacrificio. Accettiamolo. Nel mondo non lottano più forze umane, ma telluriche. Se mi pongono su una bilancia il risultato di questa lotta, in un piatto il tuo dolore e il tuo sacrificio, e in un altro la giustizia per tutti, pur con l'angoscia di un futuro che si pronostica, ma non si conosce, io su quest'ultimo piatto batto il pugno con tutta la mia forza". – Federico Garcia Lorca

    Dolci sogni, Bambina Bambina Bambina sempre più Bambina e sempre più bella perché giusto una Bambina

    orsetto di VaNY

  4. No, non cose "tristi". La vita è fatta di tanti eventi, alcuni lieti altri no. Dobbiamo riconoscere che la vita, per quanto noi ci sforziamo di viverla al meglio sfoderando sorrisi, sa anche colpirci con malignità, perché la società non è perfetta né potrai esserlo, ecco dunque che c'è il prete pedofilo, l'amore per una donna e che però non è amore, la solitudine del corpo che subisce lacerazioni tanto fisiche quanto spirituali… E' un libro ricco di pietas, a mio avviso il migliore di Giulio Mozzi. Il fatto che sparì dagli scaffali nel 1998, al suo primo apparire sugli scaffali delle librerie, ha dell'incredibile: non c'è niente di immorale in questo libro, c'è invece una profonda ricerca umana a favore di una possibile redenzione, di un riappacificarsi con sé stessi e con la società.

    Qui c'è una rassegna stampa sul libro:

    http://www.laurana.it/libro_5.php

    ♥ beppe orsetto

  5. Stavo rubando un cestino delle merende insieme a Boo Boo :-D

    Scrivimi una lettera, una lettera d’amore, Bambina mia ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

  6. Forse tua madre non bada alle scritte e pensa all'utilità, in fondo in fondo quei tovaglioli servono allo scopo prefisso che importano le scritte. Ci sono altre cose per vergognarsi, cara Vany, basta riderci su.

    un bacio
    annamaria*

  7. Bambina, sei una bambina
    In un cestino alla nonna porti da mangiare,
    e a messa non dimentichi mai di pregare
    d'incontrare sulla tua strada un uomo buono
    come Gesù
    Ma ti senti sempre un po' Cappuccetto Rosso
    che si caccia nella bocca del Lupo cattivo,
    per questo piangi di nascosto con il faccino
    immerso in un mare di morbidosi peluche

    Sei una bambina, una bambina
    anche se di tanto in tanto fai del cuore poesia
    Guardi alle cicogne e alle colombe bianche,
    ti specchi nell'acqua fresca della fontanella
    e quando cala la sera t'ubriachi di camomilla
    per sognare solo il meglio

    Sei così bambina, così tanto bambina
    Credi che con un francobollo si possa fare il giro del mondo
    Non ti passa per la testa
    che l'Uomo Nero ti ha già prenotato un biglietto per l'Inferno
    in business class
    Sei così bambina, così tanto, così tanto
    che chiunque potrebbe metterti le grinfie addosso
    Ed è per questo che ho paura, che ho paura per te
    quando dimentichi di rimproverarmi con uno o due schiaffoni

    E' che sei bambina, bambina, bambina, proprio tanto bambina
    E' che sei la mia bambolina che beve solo tanta camomilla
    E' che sei la mia bambina che sogna il sereno e il bello sempre

    E' che sei bambina, bambina, bambina, proprio tanto bambina
    E' che sei bambina, bambina, bambina, proprio tanto bambina
    E' che sei bambina, bambina, bambina, proprio tanto bambina

    Non bere troppa camomilla, Bambolina 

    orsetto di VaNY

  8. Giusto, sottoscrivo in pieno, Bimba mia bella.
    Francesca De André ha la sua personalità e in primis non deve tradire la sua propria identità.
    Purtroppo sono in tanti a pensare che perché ha cognome De André debba fare le stesse cose del nonno Fabrizio. Pensare in siffatto modo porta al fanatismo ed è inutile dire quanto esso sia brutto.
    Ho amato e amo Fabrizio De André, ma nessuno può vivere nella sua ombra annullando sé stesso. Questo temo non si sia capito. Eppure proprio Fabrizio voleva la libertà delle persone, di tutte le persone, affinché non rinnegassero la propria identità. Temo che i sedicenti fan di Fabrizio non abbiano capito affatto il messaggio di uno dei suoi dischi più belli e liberi, "La buona novella".

    Dolcissima notte, Bambina Bambolina Vany ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

  9. …Mannaggia, qui c'è qualcuno che usa almeno mezzo rotolo di carta scottex, e dovrebbe andare a nascondersi visto che a parte qualche decoro o cornicetta altro non offre, ma la praticità tanta, e volendo ci si può anche scrivere, sulla trama dei bollìni, tutti quei versi che pur di salvarsi rischiano anche l'usa e getta. Se sono stati impressi rimane … te ne rimane… e la vergogna va a farsi benedire :)
    Many kisses sweet Vany *** 

  10. Ciao carissima amica mia  grazie dei tuoi commenti  e riguardo al tuo post un bacio e' sempre meraviglioso  ti lascio un bacione smack  olive dolci

    L'ESPLORATORE

  11. Ho fame, una fame del diavolo,
    e tu non mi prendere in giro
    se prendo l'occasione al volo
    per farmi vampiro

    Sta per scoppiare la guerra nucleare
    ed io riesco solo a pensare al tuo collo
    Ti sembrerò incosciente come un bambino
    che ancor gioca con il trenino
    lanciato a tutta birra sul suo binario
    solo per farlo andare incontro a un bel crash

    Ho una fame del diavolo,
    vengo da te al volo, reggiti forte
    questa sera ti farò vedere la fine del mondo
    e tu mi amerai per sempre

    orsetto di VaNY

  12. Ciao, beh! in fondo saranno sicuramente dei tovaglioli carini, …..è bello avere la sensazione di pulirsi la bocca con dei fiori….. chissà forse in fondo le tue amiche li hanno trovati simpaticissimi.
    Buona serata, con amicizia, Vito