Gattina indifesa

Contrassegnato con
Pubblicato il da
romanticavany-king-32i
di Romantica Vany & King Lear
Toglimi di dosso i vestiti bagnati
Fallo e fallo in tutta fretta
Fa’ finta che sia la bimbetta tua
che con la testolina dice sempre sì

La mia pelle, come ben sai
ha sù di te un fascino vellutato
invisibile, quella magia che i poeti
ammaliati dicono grazia naturale

Non vorrei peccar di presunzione
però sappi sin d’ora
che se adesso mi spogli sospirerai
scoprendo che come una pesca
son più bella e dolce nella polpa,
nell’anima che a te lascio indovinare

Accarezza il mio corpo
e toccherai con mano l’anima
Sentirai che di paura e amore
al minimo palpeggiare trema
Strofinami
Massaggiami
Accarezzami,
e t’inebrierò lo spirito di fusa
come una gattina indifesa

Dipingi la nostra Favola
sotto la luce della notte stellata
Soffia via la cipria
dalle mie gote in fiamme, ora!
Delinea la tua gioiosità e perdizione
Son tua, tua! Posso sol volere
quello che l’amor tuo vuole.

39 pensieri su “Gattina indifesa

  1. Sarai pure una gattina ma quanto quanto graffi.

    Direi che proprio "indifesa" non lo sei.

    Hai fatto un errorino: l'ultimo verso, "quello che l’amor tuo vuol". No, non c'è il troncamento. Ci vuole la "e" a vuol, quindi vuole, altrimenti si perde la musicalità con volere.

    Sì, lo so, sono pignolo.

    Bacioni, mia dolcissima Gattina Indifesa…

    orsetto di VaNY

  2. che seduzione, e che amore in questo post!!!! Parole idilliache che mutano tra riflessi di pelle e baci soffusi fra alcove di sguardi.
    Beato colui che riceve queste spettacolari attenzioni!!

    Un caro saluto, buon wek end.

  3. Non rovino il post con le mie risposte tristi, Gattina indifesa.

    Voglio adesso un bacio però, mentre fai le fusa e ti faccio il solletico al pancino, Gattina mia bella.

    SVEGLIAAA….

    orsetto di VaNY

  4. Grazie per il tuo commento ,dolcissima pigrona! Già nella drammaticità anche un pò di umorismo non guasta! Grazie per i complimenti ! TVB anch'io! Bellissima ,  erotica poesia , a quattro mani ! Bellissimo questo gusto erotico di grande raffinatezza! Bacissimo a te  e dolce fine settimana!! Lucio

  5. Gattina Indifesa, amor mio , il piccione viaggiatore è da te, aprigli la porta, ha una lettera per te.

    orsetto di VaNY

  6. Stavolta sono in tempo, dolcissima Vany, per ringraziarti del tuo passaggio e del tuo augurio di fine settimana! Gioioso e felice sia il tuo! Bacissimi! Lucio

  7. No, non estremizzante. Thomas Clément, con molta ironia, fa il punto sulla musica, che è stata ridotta a qualcosa meno di un prodotto: un tempo c’erano gli LP, il vinile, e tu non sai quant’erano belli – per fortuna stanno tornando, hanno copertine bellissime ed è tutto un altro modo di ascoltare musica. Il supporto, sembra stupido, ma fa: il suono del vinile è caldo, quello dei un file è freddo. Il Cd, quando è ben masterizzato, originale, con il suo booklet, quando è un picture disk, diventa un oggetto bello che trasuda vita nelle liner notes, nelle foto che lo accompagnano, ecc. ecc. La musica è calda. Non è un file che ingrassa le tasche delle majors e basta. Un disco è un’altra cosa e un’altra filosofia di ascoltare la musica. E gli album live? Un mp3 che raccoglie alcuni brani di un concerto è una cosa tristissima. Un concerto va veduto e sentito nella sua interezza, perché è lo spettacolo. Che mi rappresenta un mp3, una canzone live in questo formato in una compilation di mp3?
    I Pink Floyd, una delle più grandi band mai esistite, hanno vinto contro la EMI e il download digitale: perché i loro album, ed è vero, sono dei concept album, per cui una canzone decontestualizzata dall’album significa poco o può addirittura significare qualcosa d’altro. Tu pensa se dal Decamerone del Boccaccio ti dessero un solo racconto e te lo presentassero come il Boccaccio e la sua opera. Diresti: e allora, questo è il Boccaccio? Un racconto, simpatico, e poi? Il Decamerone ha un senso perché raccoglie molteplici racconti articolati e disposti in una certa maniera. Così è per un album musicale, il concetto non cambia.

    Ai giovani tutto questo poco importa e non a caso i giovani musicisti, purtroppo, sono sempre più scadenti a livello musicale e tecnico nonché lirico. Assistiamo così a finti artisti tirati sù dalle majors discografiche: come le Spice Girls, Britney Spears, Alizée, Paris Hilton, Take That, Boyzone, Blue, etc. etc.; tutti gruppi o cantanti senza talento, tirati su da manager, incapaci di stare sul palco, incapaci di cantare dal vivo, ridicoli nei testi e nella musica oltremodo dozzinale. Sono fenomeni che durano qualche anno, dopodiché muoiono. Nell’intanto però i discografici fanno i soldi: chi è che compra questa roba? I giovani soprattutto. Ecco dunque che i giovani neanche sanno chi è Louis Armstrong o Janis Joplin o Leonard Cohen o Roger Waters, gente che per fare una canzone ha sudato sul serio, anche degli anni per scrivere un album.

    Il libro è una riflessione sul mercato della musica. Alizée, la protagonista di questo romanzo, io che l’ho letto, assomiglia a quella Alizée che spopolò con un paio di canzonette qualche anno or sono e che oggi nessuno più si fila; assomiglia a Britney Spears e a tutte le star di latta che il mercato discografico ha lanciato e abbandonato quando hanno smesso di funzionare come prodotto.

    Guarda questo video: era il 2000. Alizée era poco più d’una bambina. Oggi è una donna. Ieri funzionava, in quanto prodotto commerciale; oggi che è una donna, non se ne frega più nessuno. O meglio, funziona in Messico, un po’ ancora e nei paesi latinoamericani. Morta lì.

    Il libro di Thomas Clément è tutt’altro che inverosimile.

    Se lo leggerai, ti renderai conto che c’è del vero.

    bacioni, Gattina indifesa

    orsetto di VaNY

  8. Come si può pensare di correggere un verso,
    quando si ha la possibilità di toccare quel corpo
    e sentire il palpito caldo del suo animo?
    Non ci dormirei…
    I tuoi passaggi sono unici!
    Mi accontento dell'ampio squarcio di dolcezza
    che ci offre il tuo cuore.
    un abbraccio Eny.

  9. Gattina indifesa, non mi graffiare sol perché ti riempio di baci e bacetti, carezze e coccole, morsetti e bacioni.

    ♥ ♥ ♥ Bacioni, Amoruccio ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

  10. Carissima Vany, meno male che ci sei tu, un cristallo di bellezza in questo universo di orrori. Quando sono scosso dalla demenza delle genti, vengo in questo spazio per trovare un po' di pace.
    Un fortissimo abbraccio :)
    Marco

  11. Queste vostre bisogna godersele tutto d'un fiato per ripassare al secondo giro ed apprezzarne ulteriori umori e sapori. Sono favole vere, e si lasciano foggiare dal senso che sprigionandosi, assieme ad una grazia indiscussa, impetuosmaente le compone. 
    Non fermatevi mai !!! :)  

  12. molto chic questa poesia seppur intrigante bravissimi i miei ragazzi ;) ))
    notte dolce Vany
    cinzia
    p.s. gattina indifesa??? sarà…ahahahaha :) ))))

  13. Quale sfinge di cemento e alluminio gli ha sfracellato il cranio
    e gli ha divorato il cervello e l'immaginazione?
    Moloch! Solitudine! Lerciume! Schifezza!
    Spazzatura e dollari inafferrabili!
    Bambini che strillano nei sottoscala!
    Ragazzi che singhiozzano negli eserciti!
    Vecchi che piangono nei parchi!
    Moloch! Moloch! Incubo di Moloch!
    Moloch spietato! Moloch mentale!
    Moloch duro giudice di uomini!
    Moloch prigione incomprensibile!
    Moloch galera teschio di morte senz'anima e Congresso di dolori! Moloch i cui edifici sono sentenze!
    Moloch vasta pietra di guerra!
    Moloch governi stupefatti! Moloch la cui mente è puro macchinario Moloch il cui sangue è denaro che scorre!
    Moloch le cui dita sono dieci eserciti!
    Moloch il cui petto e una dinamo cannibale!
    Moloch il cui orecchio è una tomba fumante!
    Moloch i cui occhi sono mille finestre cieche!
    Moloch i cui grattacieli sorgono in lunghe strade come Jehovah senza fine!
    Moloch le cui fabbriche sognano e gracchiano nella nebbia!
    Moloch le cui ciminiere e antenne incoronano le città!
    Moloch il cui amore è petrolio e pietra senza fine! Moloch la cui anima è elettricità e banche!
    Moloch la cui povertà è lo spettro del genio!
    Moloch la cui sorte è una nube di idrogeno asessuale!
    Moloch il cui nome è la Mente!
    Moloch in cui mi siedo solo! Moloch in cui sogno Angeli!
    Pazzo in Moloch!
    Rotto in culo in Moloch!
    Senza amore e castrato in Moloch!
    Moloch che mi è entrato presto nell'anima!
    Moloch in cui sono una coscienza senza corpo!
    Moloch che mi ha fatto uscire spaventato dalla mia estasi naturale! Moloch che io abbandono!
    Svegliatevi in Moloch!
    Luce che cade dal cielo!
    Moloch! Moloch!
    Appartamenti robot!
    sobborghi invisibili!
    tesori di scheletri!
    capitali cieche!
    industrie diaboliche!
    nazioni spettrali!
    manicomi invincibili! cazzi di granito!
    bombe mostruose!
    Si sono rotti la schiena innalzando Moloch al Cielo!
    Strade, alberi, radio, tonnellate!
    innalzando la città al Cielo che esiste e ci circonda!
    Visioni!
    profezie!
    allucinazioni!
    miracoli!
    estasi!
    alla deriva sul fiume americano!
    Sogni! adorazioni! illuminazioni! religioni!
    l'intero carico di coglionerie da raffinati!
    Sfondamenti! al di là del fiume!
    salti e crocifissioni! giù nella piena!
    Drogati!
    Epifanie!
    Disperazioni!
    Dieci anni di urli da bestie e suicidi!
    Menti! Nuovi amori! Generazione pazza!
    giù sulle rocce del Tempo!
    Vere risate sante nel fiume!
    Han visto tutto quanto!
    gli occhi stravolti! le sante grida!
    Hanno detto addio!
    Si sono buttati dal tetto!
    verso la solitudine! salutando! portando fiori!
    Giù nel fiume! nella strada!

    Sono con te a Rockland
    dove accusi i dottori di pazzia
    e complotti la rivoluzione socialista Ebraica
    contro il Golgotha nazionale fascista
    Sono con te a Rockland dove spaccherai i cieli di Long Island
    e risusciterai il tuo vivente Gesù umano dalla tomba sovrumana
    Sono con te a Rockland dove venticinquemila compagni pazzi
    tutti insieme cantano le ultime strofe dell'Internazionale
    Sono con te a Rockland dove abbracciamo
    e baciamo gli Stati Uniti sotto le lenzuola gli Stati Uniti
    che tossiscono tutta la notte e non ci lasciano dormire
    Sono con te a Rockland
    dove ci svegliamo dal coma elettrizzati
    dagli aeroplani delle nostre anime
    che rombano sul tetto sono venuti
    a buttare bombe angeliche
    l'ospedale si illumina muri immaginari precipitano

    Santo Santo Santo Santo Santo Santo Santo Santo
    Santo Santo Santo Santo Santo Santo Santo Santo
    Santo Santo Santo Santo Santo Santo Santo Santo
    Santo Santo Santo Santo Santo Santo Santo Santo
    il CAZZO

    orsetto di VaNY

  14. Se il racconto è FORTE come mi ora mi dici, che ne pensi della poesia che ti ho lasciato? Posso dedicartela?

    Non mi arrabbio, figurati.
    Mi arrabbierei mai con chi onestamente dice la sua più che legittima opinione senza nascondersi dietro paraventi?
    No.

    Accetto le critiche, anche quelle negative.
    Non voglio essere lodato sempre. Se crivo delle cavolate, che qualcuno me lo dica. Non sono un dio per fortuna, per cui essere criticato anche per un giudizio negativo è un privilegio, perché la critica è libertà di pensiero. E non c'è valore più grande della libertà per gli uomini, siano essi artisti o no.

    Bacioni, Piccolina

    orsetto di VaNY

  15. L'orsetto ti ha fatto lo scherzetto. :-)
    La poesia è "Howl" di Allen Ginsberg, poeta americano, che nel 1957 per questa sua opera, di cui io ti ho postato un frammento, fu accusato di oscenità per le metafore utilizzate e per il linguaggio duro schietto, per quelle che i suoi detrattori dicevano "parolacce" e "scurrilità". GInsberg fu assolto. Ma il processo alla sua opera ci fu comunque. Proprio in questi giorni è in programmazione "Urlo", film che racconta il processo all'opera di Allen Ginsberg. Non è purtroppo una mia opera. Purtroppo no. Ma chiaro ti dovrebbe risultare oramai che Allen Ginsberg è Poeta che io osanno. E per fortuna non sono il solo: oggi Allen Ginsberg è considerato uno dei massimi Poeti che l'Umanità abbia mai avuto.

    Non ti salti per la testa che mi voglia paragonare a lui. Non ci penso neanche. Io sono una formichina rispetto a lui. Un microbo inutile.
    Voglio solo dire che non si può giudicare uno scritto per il vocabolario e le metafore che utilizza. Solo questo.

    Per questo ti ho fatto lo scherzetto della poesia, perché sapevo che mi avresti risposto come mi hai risposto, FORTE ma che non la senti tua a pelle. ;-) ))

    Sono un orsetto dispettoso. Lo so. :-D

    Questo è il trailer del film "Urlo" in programmazione nelle sale. Va' a vederlo. Io l'ho visto ieri. E' STUPENDO. Se Ginsberg fosse vivo ne sarebbe contento.

    Io ti sogno ma continuerò a farti gli scherzetti. ;-)

    Dolce notte, Piccolina

    il tuo Orsetto ti sogna tanto tanto e ti sogna che mi fai vedere le tettine ^___^”’

    SMAAACKKK

    >br>
    orsetto di VaNY

  16. Buongiorno piccola!!!!!
    un bacio grande e    ricorda chi la fa l'aspetti…scherzetto merita scherzetto di risposta ;) ))))
    bacione
    cinzia

  17. Con il solito ritardo ,dolcissima Vany, passo a ringraziarti per la splendida immagine augurale di buona "nanna"! A te ,ora, uno zuccheroso buon giorno e un bacio grande grande!!Lucio