Tutta trasparente

Contrassegnato con
Pubblicato il da
 

 Sogno una casina
di cristallo
proprio nel mezzo
della città
nel folto dell’abitato.
Una casina,
semplice e modesta,
piccolina piccolina,
tre stanzette
ed una cucina.
Una casina
come un qualunque mortale
può possedere
che di straordinario
non abbia niente
ma che sia tutta trasparente,
si veda bene
dai quattro lati la via
e di sopra, il cielo
  mi faccia compagnia.


 
 

40 pensieri su “Tutta trasparente

  1. Tenera e dolcissima poesia-filastrocca, un desiderio bellissimo ricco d’amore.
    Un componimento poetico e soave.

    un grande abbraccio
    annamaria

  2. curioso questo desiderio  (:-)))) Un casina romantica da una parte, ma la privacy dov’è? Sarebbe come essere al Grande Fratello  (:-)))))) Tutti vetri, nessun muro , però sarebbe originale, non c’è che dire!

    Un caro abbraccio dolcezza.

  3. Sogni una casina tutta tua o vorresti quella di Aldo Palazzeschi?
    Che birba che sei.

    Hai visto, piove!
    Piove sui nostri sogni
    Piangono i cuori
    asciutti di lacrime
    ma non di dolore
    Piove sull’amore
    Sul deserto
    che si lascia alle spalle
    E piovono anche le stelle
    da questo cielo di nuvole,
    di nebbie
    che domani al mattino
    incontreremo
    lungo la strada
    per andare a lavorare

    Piove
    Non smetterà presto
    Qualcuno ti fa il gesto
    dell’ombrello, qualcun altro
    ti invita a prenderlo,
    a non dimenticarlo
    dal dottore

    Piove
    Piove e non smette
    Da sempre è stato così,
    chi in cammino verso Gerusalemme
    e chi invece lemme lemme
    santo e martire nel deserto
    a sperare in un po’ di manna
    dal cielo, ma disperato per niente
    convinto che la vita come viene viene

    Credi
    mi darai un bacio
    perché sono l’unico che per te
    un po’ conta, o perché fra tanti brutti ceffi
    a piede libero sotto la pioggia
    sono quello con meno cicatrici?
    Comunque sia…
    Comunque sia…
    Comunque sia…

    Non cesserà oggi,
    la vita viene come viene
    Hai visto, piove!
    Ed io attendo il tuo bacio
    Comunque sia…
    Comunque sia…
    Comunque sia…

    Dolce notte, Agnellino

    orsetto triste triste triste

  4. Una casina trasparente? Non ci avevo mai pensato!
    Trasparente come i tuoi pensieri, trasparente come le tue emozioni…

    Buona giornata Vany!
    Un sorriso :)

  5. Grazie ,dolcissima e splendida Vany, per la tua meravigliosa immagine per la notte! Veramente stupenda ! 

    Romantica e bella la tua poesia  e originale il tuo desiderio…di trasparenza! MIlle baci anche per te ,splendida perla!Lucio

  6. Agnolotto, non mi sono abituato allo stivaletto di gesso. Uffa!

    E a forza di stare con la stampella mi è venuto pure il mal di schiena. Mi ci vorrebbe uno di quei massaggi che solo tu con le tue manine d’oro sai fare.

    Orsetto di VaNY

  7. Tu, Vany, anticlericale?  Ma non ci credo manco se ti vedo con la croce capovolta appesa al tuo filo di perline. AH AH AH

    In ogni caso, non credo affatto che la Chiesa non sappia, non in questo caso. Don Pino Varrà è del posto, celebra la messa a Rosarno, per cui se non sa lui non vedo chi altri. I preti ne sanno più delle portinaie. Quindi in Vaticano sono bene informati dei fatti, mettici pure la manina sul fuoco. E tieni pure conto che la Lega Nord – forza politica di destra – non va affatto d’accordo con il Vaticano. La Lega è troppo fascista persino per il Vaticano. Dovrà pur significare qualcosa.

    Smaaackkk, Angioletto

    orsetto di VaNY

  8. Tu di anticlericale non hai nemmeno il mignolino. Ci avrei messo entrambe le mani sul fuoco. Appena ti ho messo una fotina un po’ provocatoria, subito sei scattata e hai fatto venir giù tutti i santi dal Paradiso. Le tue urla le hanno di certo sentite fino in Vaticano. Poco ma sicuro. AH AH AH

    Però non mi avevi mai strillato così.
    Ora sì che sono triste. Prima ti dici anticlericale, poi mi dici che m’hanno fatto il gesso alla zucca.

    orsetto piangente

  9. Lei mi picchia

    La mia bimba mi picchia
    Me le suona di santa ragione
    Non vuol sentire scuse,
    mi stacca la testa dal collo
    con un colpo di karatè
    e non contenta mi strozza
    con il rosario di Gesù
    - giusto per sicurezza

    La mia bimba mi fa nero
    Inutile che accenda un cero
    La Madonna le mie preghiere
    non le sta a sentire manco morto

    La mia bimba se si alza
    col piede sinistro son guai,
    metteteci poi che è pure riccia
    …ecco, avete immaginato bene
    com’è che va a finire, male

    La mia bimba picchia forte
    Vuol aver ragione lei sempre
    Non accetta che possa avere
    anch’io un briciolo di cervello
    Per lei quando io ragiono
    ragiono da uomo, con l’uccello
    Ed allora son mazzate,
    mazzate forti sulla capoccia
    Poi quando si tratta d’andare
    a far la nanna, a becco asciutto
    perché ovviamente è a lei
    che duole la testa, boia d’un Giuda!

    La mia bimba è una tipa così,
    alla vecchia maniera, convinta
    che la donna è superiore a Dio anche;
    e guai a dirle che non è così!
    La mia bimba, la mia bimba è
    E’ anticlericale, ma se le tocchi
    santi e madonne ti cava gl’occhi

    La mia bimba mena di brutto e non perdona
    Quando mi bacia me la faccio sotto
    Non so mai se dopo sarò ancora in piedi
    o lungo disteso per terra a chieder pietà,
    come un verme a strisciare
    Come un cacasotto a baciare il pavimento
    con la lingua, perché a lei piace tirato a lucido

    La mia bimba è bella, è sexy e riccia,
    e da lontano può sembrar persino buona
    Ma quando ti prende e ti mette sotto
    ti fa ingoiare tutti e trentadue i denti
    per farteli poi uscire da dove non si può dire

    Così è la bimba mia, così è
    Mi chiedo solamente perché
    non riesco a smettere il vizio
    di volerle un bene immenso

    orsetto impaurito e triste

  10. Che deficiente!

    Il mio agnolotto, il mio tortellino ripieno
    Tutto questo eri per me, tutto questo
    Ed adesso sei meno d’una tagliatella
    versata in un piatto pieno di ragù
    Gesù, come hai potuto impastarmi così
    se era tua intenzione di lasciarmi
    col matterello in mano come un deficiente?

    Perdo la testa, affogo nella marmellata
    Mi faccio di crostate, ma il soufflé
    quello non mi riesce più da quando tu
    mi hai riempito di calci e mazzate
    senza un perché

    Pensare che ti ho sempre portata
    sul palmo della mano, pronto a tutto
    pur di tenerti lontana dal gancio
    del macellaio; ma adesso non so più
    Mi hai fatto fare la figura del deficiente

    Pensare che eri il mio ripieno buono
    che condiva ogni condimento d’amore
    Il mio agnolotto, il mio tortellino ripieno
    Tutto questo sei stata per me, tutto
    E domani sarai meno d’un molesto sapore
    sul palato, prima che dentifricio e spazzolino
    spazzolino via i pezzetti di carne incastrati
    fra i denti

     

    orsetto deficiente

  11. Grazie ,dolcissima e splendida Vany, per il tuo augurio! Che siano dolci sogni anche per te! Non prendo freddo: ho il calore del tuo affetto! TVB anch’io!Bacissimi ! Lucio

  12. Ciao carissima e graziosissima amica mia :>) grazie dei tuoi commenti :>) e riguardo al tuo post una casina con un po’ di fortuna si puo’ trovare specialmente modesta :>) ti lascio un bacio smack :>) e ti auguro una graziosa giornata :>) olive dolci.
    :-)
    L’ESPLORATORE

  13. ***

    Nathan Zach

    A quest’ora sembra tutto nuovo, tutto
    sembra appassionato, immerso nel miele
    delle cinque e la notte
    non ha ancora acceso le sue torce,
    e a New York è buio,
    e sto seduto a Piazza Navona
    davanti a una tazzina di caffè che si sfredda
    e col cuore in tumulto traccio
    qualche altro geroglifico vano:
    adesso nella mia terra cala la sera
    con ardenti
    colori, mentre qui tutto è lento, tutto
    indugia.
    E cosí fu sempre e cosí sarà, e anche
    questo
    è già stato scritto e cancellato, come
    scrisse Keats.

  14. Non sai chi sono i Bee Gees???
    Non ci posso credere.

    E’ come dire che non sai chi sono i Beatles.
    E mi sa a questo punto che non sai nemmeno chi sono i Beatles.

    Per farti capire, i Bee Gees sono come i Beatles per importanza nella storia della musica.

    Leggi, ignorantella.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Bee_Gees

    Conosci i Take That?
    Ricordi ad esempio quella canzone How deep is your love?
    Bene. Quella non è loro, è dei Bee Gees. I Take That l’hanno solo ricantata e male.

    Impossibile dire quanto sono grandi i Bee Gees e quante canzoni stupende hanno scritto cantandole. E moltissime canzoni le hanno scritte per altri artisti a livello mondiale. Un’ultima nota, tanto per farti capire l’immensità di questo gruppo straordinario, "Saturday Night Fever" è al quinto posto della classifica mondiale dei dischi più venduti da sempre con oltre 40.000.000 di copie. Insomma, dei MOSTRI SACRI DELLA MUSICA.

    Agnellino, studia…

    orsetto

  15. … bella ! … ci mettiamo oure il cristallo friabile alla dolcezza del palato abbinato a lastre più compatte e resilienti, un pavimento di specchio molato e per soffitto un cuscinetto di aria asciutta, molto fine, dondolante, che si approssimi ad ogni occasione valida, a composizione sincera.

    Ps.
    Una volta ascoltando musica vidi pure questa:

    dentro, oltre a giocare con i tarocchi, ci suonavano musica sperimentale  Erano giovani Robert Fripp e Brian Eno, e lì avevano trovato la location per le loro filigrane improvvisate.

    Tanti, tanti baci ***