Inquieto mio Cuore

Contrassegnato con
Pubblicato il da


di
Romantica VanyKing Lear

   

Senza te accanto
nel burrone del Nulla
sprofondo.

Da sola allontano
satiri, giramondo e gnomi folli
che tutt’insieme si stringono
attorno al fuoco che s’alza
in larghe spire di negro fumo
generando fantasmi,
perverse ombre
sulla verginità della neve boschiva.

L’inquieto mio cuore
in terribile solitudine ascolto
battito dopo battito
col sonno che non viene,
con un doloroso nodo
alla bocca dello stomaco;
e l’alba l’attendo
coi suoi raggi d’oro
perché siano almeno
leggero balsamo
alle mie mute domande.

Non sanno le mie labbra
balbettare niente di diverso
da un vuoto silenzio,
un sospiro
che subito il gelo congela
in un brumoso fumetto.

Starnazzano le galline
nel pollaio, impazzite
mentr’io da sola sempre
tremebonda
mi avvicino al tramonto
lontano e infuocato
come ruggito partorito
dalla gola d’un drago.

D’improvviso
si fa il Chiaro di Luna
e ci sei Tu ed ha inizio
la fantasia mia

49 pensieri su “Inquieto mio Cuore

  1. Che meraviglia godere al chiaro di Luna queste splendide fantasie, ricche di dolcezza e di sentimenti da assaporare e ritrovare in modo ancora più piacevole nella realtà di un vero amore..

    Un abbraccio, carissima amica mia :)

  2. Ma quanto ti voglio bene?

    Allarga le braccia, per bene.
    Ancora.
    Ancora di più.

     

    Ti ho detto di allargare le braccia per bene.
    Ecco, ancora di più.

    Che c’è?
    che dici?
    Non ce la fai ad allargarle più di così?

    Ma allora non mi vuoi bene veramente.

    orsetto di VaNY

  3. Carissima zukkerina, bentornata!!! Bellissima la foto della neve nel post precedente e bellissime queste parole.
    Qui fa un freddo… arriverà primavera!!!
    Ciao dolce

  4. Un cuore innamorato spasima e attende l’arrivo dell’amato, senza lui quel cuore è triste e pervaso da inquietudine. Nella solitudine le ansietà si accentuano, ma  si placano quando si delineano delle speranze.
    Bellissima composizione a quattro mani, una chicca, un regalo del fine settimana.

    Un abbraccio ad entrambi gli autori.

    annamaria

  5. Ciao carissima e graziosissima amica mia  grazie dei tuoi commenti  e riguardo al tuo post quel burrone che spesso ci porta nello sprofondare con i nostri amori ma poi spesso si ritrovano su dei prati fioriti di papaveri  e ti lascio un grande bacio smack  e ti auguro una meravigliosa notte  olive dolci.

    L’ESPLORATORE

  6. Grazie ,dolcissima e splendida Vany, per il tuo colorato passaggio e l’augurio di buon fine settimana! Auguro ,ora , a te ,oltre che una notte dolce e serena, un gioioso e felice fine settimana!Stupenda poesia  a quattro mani con il tuo King! Bellissimi versi espressivi di notte insonne per amore , attesa spasmodica , prima del premio finale!!Bacissimi!Lucio

  7. Buon fine settimana, oltre che dolcissima notte. L’amore ti rende ancora più bella. Bellissima anche la poesia. Bello tutto quello che viene dall’amore.

    Ciao tesoro dolce, un abbraccio

    Rossella

  8. Tengo sonno e c’ho un sogno che mi ronza in testa come un’ape. Lo sai che sono un orso. Che altro ti potresti aspettare da un orso in inverno?

    Ti ho aperto uno spazio per gli OT. Su Carmen Consoli. ^__*

    Adesso portami il caffè o non mi alzo.

    smaaackkkk

    orsetto di VaNY

  9. Agnellino, dimmi la verità: tu l’hai letto The Catcher in the Rye di Salinger – in Italia tradotto con il titolo Il giovane Holden? E se sì, ti è piaciuto? Per quali motivi?

    Hai poi riconosciuto delle cosette nella poesia che ho scritto per Salinger?

    Vediamo quanto sei attenta, Agnellino.

    Smaaackkkk

    orsetto di VaNY

  10. Non voglio insinuare assolutamente nulla, Polpettina mia. ^___^”’
    Ad esempio, il titolo originale è The Catcher in the Rye, in italiano è Il giovane Holden. Vedi, la traduzione non è letterale. Gli è stato dato un titolo arbitrario in lingua italiana. Come mai? Io nella poesia per Salinger lo faccio notare. Ma devi conoscere bene l’inglese-americano per cogliere il gioco di parole. Per questo ti ho postato l’immagine di Salinger sul Time, per darti un "aiutino". ^___^ Polpettina, ma quanto ti voglio bene? Di più. Di più. Uffa. Allarga quelle braccia… Di più. Mi spiace, te ne voglio di più.

    Ah, il Professor Spencer ha detto di passar da lui che ti vuole salutare. Mi raccomando, lo so che non ti è molto simpatico, però non mi far fare brutta figura. Gli ho detto che saresti passata da lui. Okay?

    Bacetto bacione, morso morsetto, Polpettina

    orsetto di VaNY

  11. la questione ci prende, ci acchiappa indistintamente, con un procedimento tumultuoso che sviluppa nell’appoggio ben combinato gli elementi effettivi, accompagnandoli alla distensione finale. E anch’essi sorpresi …:) 

  12. Buon finesettimana cara,
    grazie del commentino.
    Spero che sarà un weekend rilassante e riposante per ripartire in forze per la prossima settimana :)

    ciao

  13. Grazie infinite ,dolcissima e splendida Vany, per  quella bellissima ,dolce  immagine di nudo di donna dormiente! Il mio bacissimo per una serata domenicale rilassante e gioiosa!Lucio

  14. Spoglio margherite,
    e da rosse mele
    senza pietà alcuna
    il picciolo verde
    lo stacco di netto
    Sei tu, bianco Agnellino,
    sei tu che al mattino
    nutro con infinito amore
    con latte appena munto
    con fragoline rosse di montagna
    mentre tu timorosa
    con il faccino timido arrossato
    preghi che non ti divori

    Un bacetto tira l’altro
    e il solletico al pancino
    ti fa alzare urletti felici al cielo
    Posso sentire il cuoricino
    batterti forte forte in petto

    E mi dico, seppur animaletto
    questo agnellino tenerello
    m’appartiene e guai a chi
    si osasse di portarlo via
    dal mio cuore, lo braccherei
    come Fiera,
    per cavavargli con le unghie
    l’anima sua malvagia
    dal retto

    Dolce notte,  Cuoricino

    orsetto di VaNY

  15. Grazie infinite ,Vany dolcissima e splendida, per  i tuo arguto commento! Altri tempi , quell’albanese , lavorava; ora di ogni razza sono in agguato nei centri commerciali , almenio a scroccare l’euro del carrello! Bacissimo! Notte dolce! Lucio

  16. Untitled

    Iosif Brodskij

    Non sono uscito di senno, ma sono stanco dell’estate.
    Cerchi nel cassettone una camicia, e il giorno è perso.
    Venga l’inverno e copra tutto, presto,
    le città e le genti e, innanzitutto, il verde.
    Io dormirò vestito, sfoglierò libri in prestito,
    finché non se ne andrà per la sua strada l’anno,
    quel che resta,
    come il cane che sfugge al cieco e che traversa
    lungo le strisce pedonali. È libertà
    se scordi il patronimico del capo,
    se è dolce la tua bocca più della chalvà
    di Shiraz e se, col cervello strizzato
    come il corno di un capro,
    dall’occhio azzurro nessuna stilla scenderà.

  17. "D’improvviso
    si fa il Chiaro di Luna
    e ci sei Tu ed ha inizio
    la fantasia mia"
    e facciamo volare la fantasia cara Vany…

    Bella poesia.

    Un abbraccio
    Aura