Favole


Pubblicato il da
Ieri sera prima di addormentarmi ho letto, su suggerimento di King, un libro che mi ha sconvolto.
Mi sono addormentata a fatica ed ho sognato che mentre parlavo con due mie amiche una ragazza, una morta vivente, mi si è avvicinata per uccidermi! Aveva il corpo coperto di graffi, la bocca insanguinata ed un coltello in mano.
Ho chiesto alle mie amiche se la vedevano, ma si sono messe a ridere dicendo che i miei genitori mi avrebbero fatto rinchiudere in clinica.

Vorrei tornare a sentire solo belle favole; come quelle che da piccola mi raccontavano, quelle che ascoltavo duemila volte e che mi lasciavano sempre a bocca aperta, quelle che profumano di sogni e che il finale è sempre "vivranno felici e contenti".

 

romanticavany782314


Colori & Emozioni


Pubblicato il da
 

Impallidiamo, arrossiamo, ci facciamo scuri in volto e ci illuminiamo per un sorriso… Le nostre emozioni traspaiono dai nostri comportamenti, ci guidano, ci prendono per mano e trasformano ogni nostro pensiero, ogni evento. Nella nostra vita la sofferenza, la gioia, il dolore e la pace non sono mai create da cause esterne: sono risposte interiori ad eventi esterni.
Guardo il cielo e ne vedo la superficie ridefinita dalle nuvole o dalle stelle, o dalla luce della luna, ma il cielo del giorno è bugiardo, è solo il riflesso del mare illuminato dal sole. Il cielo della notte, invece, è più sincero, dicono i fisici. Tutto quel nero: il cielo è vuoto come tutto l’Universo. Ma le emozioni, cancellano anche il giudizio della scienza.


"L’aspetto delle cose varia secondo le emozioni; e così noi vediamo magia e bellezza in loro, ma, in realtà, magia e bellezza sono in noi." – Kahlil Gibran


meravigliosamente, sei

Contrassegnato con
Pubblicato il da

Bicchieri vuoti, bottiglie vuote
tavola ancora imbandita
il letto sfatto,
la porta chiusa.

Stelle di vetro
splendean per noi
stanotte nel cielo
tu, ubriaco morto
ed io, ubriaca di te,
nel ritmo del tuo ritmo
batteva il mio cuore forte, forte,
inondando le mie vene.

Ti toccavo le labbra con la bocca
e tu, mi stringevi tra le dita i capelli,
ma ora è mattino e tu non ci sei più.

Una lettera ho trovato sotto il lenzuolo
l’ho aperta, c’era scritto
"sei il sale della mia vita".

E tu, cosa sei:
sei la mia inquietitudine,
il mio sorriso,
sei l’acqua fresca che mi disseta,
sei l’ora deserta

che avanza senza pregiudizi,
sei il mio desio,
sei, meravigliosamente, sei.

Il tuo cuore
nelle mie mani.



mite Autunno


Pubblicato il da
romanticavany791238 romanticavany323q
Di giorno minigonna e stivaletti,
maglioncino leggero con maniche lunghe,
di sera zuppa di pane e polpette
brucia la candela dentro alla mia zucca preferita
una coperta soffice e tiepida per la notte,
le preghiere ed una tazza di cioccolato caldo
prima di dormire accanto al mio orsetto;
sono contenta che tu sia così mite, Autunno.
 

Dire, Fare, Baciare

Contrassegnato con
Pubblicato il da
Scrive parole d’amore la tua penna
che odora di mosto; ubriaca di vino
canta l’amore nelle notti che il vento
impazza portandolo fin sulle stelle
ora per l’occhio nudo ora celate da nuvole;
ma la Luna s’accompagna agli occhiolini
della civetta sull’albero, e par ti faccia
il verso, per dispetto proprio a te
che mai ti sei detto poeta seppur preso
nel centro d’una vertigine senza fine
– condannato alla poesia, ad ardori nuovi
ad ogni ora o quasi.

Se al buio ristanno i panni stesi
così non le loro ombre, bieche
a chi le fissa appiccicate ai muri:
simili a neri ragni s’allungano,
i mattoni scavano nell’alma, egoiste
fino in fondo di nulla si curano.

Profumano le tue parole. Odorano.
Lo spirito ubriacano con verità inventate,
a destra e manca con incoscienza seminate
come solo i poeti osano sfidando
degli Dèi l’ira.

romanticavany789123
romanticavany789123a Cadono le foglie, al centro dell’autunno
con rassegnata pigrizia; s’ammonticchiano
intorno alla torre ogni giorno sognata
e sempre portata più in alto da una Bimba
venuta su a preghiere e romanticherie.
Con sguardi di brace il suo Cavaliere spia:
le pagine del suo animo vuole spogliare
una ad una per vedere se è vero
che ha il core di foco e verga d’Aronne.

Sospira un poco… dire fare baciare.
Si fa sussurro la domanda, uguale a foglia
dall’Albero della Vita strappata:
vuoi tu entrare nel mio castello? Coraggio!
Ma sii veloce, ho ancor così tanto da sognare…


Festa dei Nonni


Pubblicato il da

romanticavany_382
Un augurio speciale a tutti i Nonni: oggi è la giornata dedicata a loro! Un augurio che i loro figli li facciano vivere sereni e con dolcezza nelle loro case lontane dagli ospizi, dai ricoveri e dalle cattiverie, ma coccolati con tanto amore :)