desiderio


Pubblicato il da
romanticavany21334223 Desiderio intenso
di sentire il sole sul mio corpo,
la carezza leggera
della brezza marina
che mi scompiglia i capelli,
l’odore di mare,
il contatto con la roccia bollente,
il sapore di sale sulla pelle,
sulle labbra.
Lo sguardo che abbraccia
la sfericità del cielo azzurro
mentre la mente vaga
in spazi invisibili.

Come sono belli ♥


Pubblicato il da
romanticavany21343

Ieri pomeriggio, dopo tre settimane, sono tornati i miei nipotini che erano andati in vacanza al mare dai nonni paterni. Erano così contenti di vedermi ed io di vedere loro!
Mi sono sentita una zia amatissima :)
Buon inizio settimana a tutti :)

Stanotte

Contrassegnato con
Pubblicato il da

Prima della luna
Dopo la luna
Io e te nudi
insieme
in prigione
per uguale ideale

Cessata
è l’ira fulminea
delle nuvole
che però in agguato
alte in cielo si mantengono

Son i tuoi occhi
prigionieri
d’uno strano sentore;
commossi
par quasi irridano
l’imago
che di me ti offro

Orsù, spiegami
perché ridi forte
sguaiato quasi
quando la mia voce
belante
come di capretta
ti chiama!
Non odi forse le cornacchie
che i miei versi felici mimano?
devo forse pensare
che sol esse apprezzano
la sincerità d’una bambina
che t’ama?
di romanticavany & king lear I gattini
da sopra i tetti si sgolano
in miagolanti concerti;
le stelle
nel siderale inverno
loro grembo
nascono
si riscaldano
e infine esplodono
in un canto di cigno
illuminando il cielo tutto

Dimmi, dimmi che mi ami
anche se taci;
domani scriverai di lucciole,
di lanterne di felicità
nascoste in un vagone merci
dietro alla stazione
Domani, con altra luce…
non ora!

Stanotte,
proprio in questa notte
brucio dal desiderio
che tu sia il mio sole;
perciò consumami
con quella felicità
che rifugio trova
nel labirinto dei sogni,
in quel vecchio vagone
da un’eternità fermo in stazione
proprio dietro casa nostra


Buona Notte ♥


Pubblicato il da
romanticavany23213Passeggiando in riva al mare, tutto è blu nel blu. Chiudo gli occhi e respiro a fondo: inconfondibile odore di salsedine nell’aria. Lascio vagare i miei pensieri. Un gabbiano, con il suo canto stridulo, mi fa compagnia. La notte mi turba, e nello stesso tempo, mi libera di ogni angoscia del giorno. Ci sono delle nuvole all’orizzonte. In questi giorni ci sono sempre, non scompaiono nemmeno per un minuto. Grandi, grigie, antipatiche. Coprono il cielo dalla mattina alla sera. Probabilmente, tra un po’ inizierà la pioggia. Un diluvio, un temporale. Niente in contrario se è quella pioggia con belle grandi gocce trasparenti che mi piacciono tanto. Quelle che ti cadono sul viso, sul naso, sugli occhi e ti fanno il solletico. Quelle che creano un muro, enorme, imponente, umido, tra te ed il resto del mondo. Quelle che lavano via tutto, le esperienze, le gioie, i dolori, i pensieri, le ansie, le preoccupazioni, le cose belle, le cose brutte, persino le emozioni. E poi lasciano l’odore di freschezza che di solito ti fa sentire più viva e serena. Con un pizzico di libertà.

Brutta gelosia


Pubblicato il da
Talvolta certe persone, prima di parlare/scrivere dovrebbero fermarsi un attimo a pensare.

In questo mondo dove ogni vocale viene scandita nel mare delle futilità, non ne posso più di sentire chi scambia una fenice per un pavone, un colle per un altura, una brezza per una tempesta.

La gelosia è così brutta, ma brutta brutta!


Prendiamo le cose così come sono, tenendoci pure le nuvole

Romanticavany-230609
 romanticavany3421romanticavany3421


Le tue lettere d’amore


Pubblicato il da
Le tue lettere d’amore
le ho stese ad asciugare al sole
dove l’altezza dei sogni
non intacca i miei pensieri

Fresche parole
volano sulle ali della fantasia
e si colorano di giallo di arancio,
di verde e di rosa.

Le tue lettere d’amore
sono poesie,
ricamano il cielo
e svolazzano felici

Mi piace farle volare
libere,
le tue lettere d’amore.

romanticavany12398

romanticavany2341324


E’ musica correre sotto la pioggia..


Pubblicato il da

Con l’aria spensierata e ingenua di una bambina, i capelli che si muovono scompostamente, mentre mi affretto sotto le nuvole di una nuova estate un po’ distratta. Mi diverto come se fosse con un gioco nuovo, la mente lontana, oltre la folla e fuori dal tempo, un sorriso allegro e disteso mi accompagna e mi illumina, mentre le gocce mi accarezzano il viso.
…Et tu marchais souriante
Épanouie ravie ruisselante
Sous la pluie.
.."
ewewesad "…Tu souriais
Et moi je souriais de même…"
J. Prévert

Sono io è quella ragazza che corre sotto la pioggia?
Forse sono in ritardo, o corro verso l’amore…
Qualunque cosa mi attenda sarà il mio sorriso a aprire la strada, a dare colore al cielo, al di là delle nuvole.




sweet like peach

Contrassegnato con
Pubblicato il da
di Romantica Vany & King Lear


Pesche, vellutate succose pesche…

brani di dolcezze sulla lingua adagiate

presto in gola i residui pudori sciolgono.

Son esse d’un bacio la carezza!
Quante, quante vorrei mangiarne
ancora e ancora per non smetter
un sol minuto istante di pensarti.
Oh vellutate pesche… e risentir
il profondo gusto sublime
di quel tuo lungo unico bacio.

Quali dolci lamenti, mia Donzella
che al minimo complimento
virginal rossore le gote hai infiammate.
Ti ho dunque in bocca lasciato il sapor
della polpa,
dell’amabile mia carnosa pesca.
Ti ho lasciata senza respiro
per un attimo appena; ma tanto
è bastato perché cadessi in deliquio
fra le mie braccia abbandonata
come una bambola che sol chieda
d’esser a lungo strapazzata,
dalla dolcezza sottomessa

Pesche, vellutate delicate pesche
di mediterranee polpe, così tanto carnali…
Quante, quante vorrei mangiarne
ancora e ancora e non smetter
un sol istante di pensarti, mio Amor.
Oh, poter in bocca risentir
l’inestimabile languor
di quel tuo unico bacio
che l’alma mia tutta ammaliò.

Oh pesche, giocando d’ingenuità
non saprei davvero dir
se più delicate o vellutate, mie amate!

Pesche pesche pesche
di succose carnali polpe,
e di peccati nel nocciuolo.

Pesche pesche pesche…
adorati miei peccati,
amabili peccati l’un dopo l’altro…
pesche, pesche gialle rosse polpose.

Se vuoi, leggimi Anche su JuJol :)


Come una bimba


Pubblicato il da
omanticavany213231Le giornate sono così lunghe e calde che la sera mi addormento sul dondolo del mio giardino. Poi, di notte non dormo, penso troppo.  Stamani mi sono svegliata che erano quasi le sei. Ho fatto un bagno in piscina, quella che usano i miei nipotini per giocare, ma ci sto bene e sola sola mi sento una bimba, ascolto il cinguettio degli uccellini che volano allegramente di fronda in fronda facendo festa al nuovo giorno, il prato profuma d’erba, il cielo limpido. Stupendo.

Ho pensato che a volte siamo troppo complicati noi esseri umani, perché non sappiamo mai accontentarci, siamo tutti troppo presi da noi stessi dalle nostre angosce e non ci fermiamo ad osservare e ascoltare le cose più semplici e naturali. Ed è vero quando dicono che il paradiso terrestre è qui.
Poi è arrivato Rocco, anche lui già sveglio alle prime ore del mattino, mia sorella è andata al lavoro ed insieme siamo entrati in casa, mia mamma aveva fatto il caffè e il latte, mio babbo doveva andare al lavoro ed io in ospedale. E’ stato bello stare insieme, è sempre bello stare con chi ti ama.

omanticavany2132311