Bianca Regina


Pubblicato il da
romanticavany23143
romanticavany455648
Non andar via bimba mia
Tu che sei la mia poesia
Se oggi vai via morirò
Morirò senza veder più
il tuo viso di luna

Non sono stato l’amante
che meritavi ma t’amo
T’amo ancora, tra rose
e viole, Bianca Regina

Non sono stato all’altezza
Ho fatto solo la mia felicità
per un’idea senza fine

Il tuo sapore sulle mie labbra
non lo so dimenticare
Drogato di te non puoi lasciarmi
su due piedi, io non sto in piedi
senza il sorriso che tu sai darmi

Non andar via bimba mia
Non scegliere qualcun altro
Ho davvero tanto tanto bisogno
di affogare nel tuo biancore
Non andar a quel concerto
di bravi ragazzi con la testa sulle spalle

Non andare, non andare, non andare

Non lasciare che muoia senza te
Devo avere le tue labbra da mordere
Non posso farne a meno, bimba mia
Ho bisogno di te, Bianca Regina
Se l’unica che mi restituisce alla verginità
Senza di te il veleno scorre nelle vene

Non andar via bimba mia
Tu che sei la mia vera gioia
non mi abbandonare ora
che viene la domenica col suo sudario
e la gente muore a grappoli
nelle chiese in viola
Non portar via da me ogni cosa
prima che abbia dato un senso
alla fine che mi ronza in testa

by King Lear

35 pensieri su “Bianca Regina

  1. Grazie, Bimba. L’hai impaginata benissimo, come sempre del resto.

    C’è tutto un microcosmo di amore in questa poesia, e di perdita dolorifica. C’è l’amore per te, Bimba Vany; c’è l’amore per la sfortunata vita di Jim e Pam insieme, ma Jim era troppo libero per accettare di svendersi e a 27 anni è andato via; un anno dopo l’ha seguito Pam, il suo unico e vero grande amore. Bianca Regina, in gergo, significa anche cocaina. L’amore come droga, una droga di cui non si puo’ fare a meno, a cui ci si deve arrendere. Ma Bianca Regina è anche il simbolo della purezza, come sei tu, che però sei anche una droga, benefica. Un po’ frizzante, com’è giusto che sia. E ci sono anche richiami alla religiosità.

    Direi che c’è tanto. ^__^

    *** T I A D O R O B I M B A ***

    Orsetto morrisoniano :)

  2. Ciao carissima e dolcissima amica mia :>) grazie dei tuoi commenti :>) e riguardo al tuo post una bimba nel ricordo dell’infanzia poi si cresce e ritroviamo nuovi amori :>) ti lascio un bacio smack :>) e ti auguro una graziosa giornata :>) olive dolci.

    :-)

    L’ESPLORATORE

  3. Una poesia che lascia senza parole per la sua bellezza e per il contenuto. Complimenti sinceri, una lirica piena di sentimento.

    Buona giornata, cara Vany, e buona giornata anche all’orsetto amico.

    Un abbraccio, Annamaria.

  4. Vieni a trovarmi al Morrison Hotel

    sulla provinciale, sto male

    Senza di te c’è Giuda che sorveglia la porta,

    la stessa dalla quale sei uscita l’ultima volta

    sbattendomela in faccia, e ora sto da cane

    Vieni a salvarmi al Morrison Hotel

    prima che affoghi nelle luci al neon

    Vieni, così come sei, senza valigie

    e anima, vieni e salvami se lo puoi

    :-D

    SMAAACKKK *** Cucciola

    Orsetto morrisoniano ^_*

  5. Io andai a rendergli omaggio al cimitero a Parigi a Jim Morrison ed ero tra un napoletano che cercava di vendere panelli e giapponesi che versavano il whisky nella tomba.

    La mia preferita senz’altro “Touch me”. Baci e buona giornata Vany:)

  6. Cesserò di avere incubi quando il mondo che mi imprigiona non esisterà più, e quello sarà per me il Giorno del Ritorno.

    Un abbraccio a te, carissima

  7. Era da un tempo lunghissimo

    che vivevo nel grembo del serpente piumato,

    di questa religione

    promessa alla fine del Mondo

    Angeli di prozac

    mi hanno invitato al banchetto celeste

    chiedendomi di scaricare le pistole

    A loro un po’ della mia colla migliore

    In imbarazzo per la prima volta

    ho creduto nel Deserto, nell’infinito

    che esplode in fiamme di fuoco greco

    sulle teste di sabbia dei poveri jinn

    Era così tanto, così tanto tempo

    che desideravo portarti in dono un gioiello speciale,

    una pietra amputata dalla tomba di ʿOmar Ḫayyām,

    un uccello caduto e da Dio ferito nel suo Paradiso,

    una scatola di semi di zucca da masticare

    Cogliere il momento, andare ad abitare in un cratere lunare:

    consumare ogni istante nella perfezione d’una quartina

    E perdere, perdere il senno per una visione

    Per il vino, per l’erba verde che cede alla nudità

    dei tuoi rosei malleoli

    Dolce Pam, tu puoi capire quanto ci si sente soli

    C’è stato un altro massacro annunciato

    Nei rigagnoli scorre il sangue dei colletti bianchi

    e ai semafori fermi sul rosso il fantasma di Miles Davis

    Non è forse meraviglioso tutto questo?

    Avere un cuore in petto e uno che è un segreto?

    :-)

    Orsetto morrisoniano

  8. Ho fatto il bravo orsetto

    Non ho fatto il furbetto

    A letto non ci sono andato presto

    Però per tutto il tempo ti ho pensata

    Allora le merito sì o no le fragole

    con la panna? Non mi dir che ti sei montata

    del mio amore e che adesso ti permetti

    di togliermi da mangiare! ^___^

  9. Siete bravissimissimi…^^

    E tu zuccherina, si ‘ddoce comm’ nu Babà *-*

    Grazie della tua solarità che riempie sempre le mie pagine, sei adorabilissima…

    Bacetti…

    Lia

  10. Le abbiamo consumate

    Ci siamo persi

    cadendo a pezzi

    Le abbiamo consumate

    per pochi spiccioli e urla

    di spettri,

    dimenticati nelle loro ragioni

    di non darsi agli specchi

    Le abbiamo consumate

    una a una le speranze

    Coi palmi rivolti al cielo

    danziamo

    Danziamo e preghiamo,

    l’Alabama non è lontana

    :-)

    Orsetto morrisoniano :)