un’aria rosa

Contrassegnato con
Pubblicato il da

romanticavany2139802821 E’ già sera,
il giorno ormai è passato.
Mi sono svegliata all’alba,
c’era un’aria rosa e
tutto era felice.
Poi ti ho incontrato ed
ho iniziato la giornata con te.
E’ arrivato mezzogiorno,
avevo preparato tutto
con calma e amore.
E’ sopraggiunto il pomeriggio,
mi hai riscaldato
con il tuo sorriso,
con la tua voglia di vita,
con la perfezione che
avevamo creato tra noi.
Poi è arrivata la sera
con la sua pioggia,
e con la pioggia
te ne sei andato.
Con te il mio sonno,
e mi sono risvegliata
dal sogno.

55 pensieri su “un’aria rosa

  1. un sogno splendido,tanto delicato.

    con sfumature che sanno di zenzero e cannella..in un’aria vista da un paio di occhiali rosa.

    stupendo.

    un bacio,giuseppe

  2. Questa è mia.

    E’ MIA.

    L’hai lasciata a me.

    La tenevo in serbo per metterla insieme a questa:

    Ragazzina

    Ragazzina,

    scendo dalla nave

    sempre con un gran fermento

    che mi spacca la testa e il core

    E’ che ho in mente te

    Già ti vedo andare a destra e a manca

    Mon Dieu! Mi vien il mal di mare

    immaginarti impigliata

    tra collant e reggiseni

    a fare shopping per le stradine

    del paesello matto, ridente di sole

    proprio come te

    Ragazzina,

    mi trascini a fondo

    dove sol regna la pazzia

    Traverso mari e tempeste

    con la morte negl’occhi,

    ma mi faccio forza

    e stringo i nodi e prego anche

    di tanto in tanto

    perché voglio da te tornar,

    dalle tue labbra di velluto rosso

    E uno volta col piè

    sull’imbarcadero ecco che tu

    un bacio soltanto, null’altro,

    e subito mi porti via

    non in una camera d’albergo

    ma dentro botteghe e drogherie

    Mi comandi di pagare i conti

    Non posso tirarmi indietro,

    sei una tempesta

    che non si doma

    In un baleno si fa la sera

    Mi affondi le speranze

    con uno sguardo birichino,

    raccogli i tuoi pacchetti colorati

    e ti chiudi dentro la tua casetta

    insieme a ma’, pa’ e fratello

    tutt’e tre già pronti col coltello

    Che vita infame quella del marinaio

    Neanche una minestra calda,

    solo whisky e un letto pulcioso

    in una taverna vecchia quanto il cucco

    Ragazzina,

    domani la mia nave prenderà il largo

    e io con lei, ancorato per sempre

    alla malinconia del marinaio

    senza uno spiccio in tasca

    Ragazzina,

    domani sarò vittima delle sirene,

    dei loro canti che incantano

    e fanno degl’uomini di mare

    carne per gli squali

    Orsetto Bastardo :-(

  3. Alla mia adorabile Vany desidero augurare uno stupendo week end:-)

    Ti abbraccio con tutto il bene che ti voglio, amica mia dolcissima:-)

    Marco

  4. Ma allora non sono più un orsetto cattivo. :-)

    O che bello! ^___*

    Cinzia se la merita la poesia, in pieno. Spero le piaccia.

    Smaaackkk

    Beppe

    P.S.: Per problemi tecnici Jujol sarà giù per un paio di giorni, sino a lunedì. Abbi pazienza.

  5. l’aria rosa del mattino è un essenza miracolata in quanto nasce limpida e perfettamente trasparente nella notte dei tempi per poi gradualizzarsi sulle sfumature del rosso, piccola goccia dopo goccia per ogni lacrima versata, del sangue perduto, di ogni rossetto che ha scoccato da un bacio gentile e appassionato. E’ tutto quello che abbiamo, ed è tantissimo.

    Un bacio speciale per te *

    Buon weekend ! :-)