d’un tratto


Pubblicato il da



Lo sguardo altrove,
le mani in grembo,
capelli sciolti a cadere sulle spalle.
Un vestito viola chiaro,
come una bambola.

I pensieri,
volano tra i bagliori
del firmamento.
Il respiro,
dipinge trame d’oro ed incanto
sul viso.

Il cuore
fa eco
al tuo tocco,

La mia pelle,
d’un tratto,
un cielo stellato.

8b2b28


50 pensieri su “d’un tratto

  1. Chi è riuscito a far del velluto della tua pelle un cielo stellato?

    Oh, poter naufrare all’infinito nel tuo cielo, che gran bell’Eternità sarebbe…

    Smaaackkk

    Beppe

  2. La parola è un’ala del silenzio..

    immerso in quel cielo

    tanto scintillante

    che ti dona

    quella luce unica

    che brilla nelle pupille

    e che non ha confini

    ne’ infiniti..

    un bacio gioia,Giuse

  3. Mi sembra un filmato :)

    quel che filtra dal tessuto è un ritratto postmoderno, quasi futurista. Gli edifici nello scenario che si stacca dal proscenio, così pende vita la bambola, altera ma senza scivolare troppo nel glamour, e i veli rossi pronti per una notte dove davvero solo “le stelle staranno a guardare”. Il tutto, fra due cuori, e quelli senza tempo, come si conviene :)

  4. Che flash Vany! Oggi chissà perchè pensavo proprio ad un abito viola che avevo visto ad una ragazza. Sarà stato l’incrocio nell’aria col tuo pensiero mentre scrivevi il post:))) Ciao. Baci.

  5. Sei riuscita a farmi ridere proprio di gusto. :-D

    Quand’è che le metti su le cotolette e ai piedini le ciabattine? ^___^

    Più o meno è come scrivo. :-D

    Ma io non sono così dolce: vedi, ad esempio io uso figure retoriche molto tristi, crude, a volte ciniche e non poche volte ci metto dentro dei richiami filosofici politici, nonché delle citazioni nascoste.

    Ma non ti posso dire tutto del mio stranissimo stile. ^____^

    La tua poesia è dolcissima. Ma è di te, di Vany. E per ciò ancora più bella e preziosa.

    Resta sempre te stessa, Piccola. Sei fantastica così, non hai bisogno di imitare nessuno, men che meno me che sono un perfetto nessuno. ;-)

    Grazie di tutto cuore, Cucciola Romantica.

    Smaaackkk con lo skiokko, Piccola Vany

    Beppe

  6. è nel profumato candore delle tue parole che m’immergo ogni giorno, con la certezza di trovare un confetto di poesia tra le tele del cuore.

    Bravissima in tutto, anche nella scelta della grafica.

  7. Ciao, ho visto per caso questo blog. Molto belo! Che bele poesie che scrivi! Tornerò spesso a trovarti.

    Vorrei chiedere a te che sei una RomanticaPerla se, per favore, per Natale potresti pocurarmi delle RomanticheOstriche.

  8. Il livello di civiltà di un uomo (piano personale/individuale) e il livello di civiltà di un paese (piano socio/culturale ) si risconoscono da come essi rispettano le loro donne non a parole, ma nella vita di tutti i giorni.

  9. L’amore è quella mano

    invisibile

    che ci sfiora la pelle…

    si guarda il cielo

    a cercare risposte…

    e anche di giorno

    si vedono stelle…

    Fede

  10. Sempre belli i tuoi post.

    Il mio periodaccio non è ancora finito… ha messo su delle belle radici profonde!!!

    Buon w.e. dolcissima Vany. Baci baci

  11. si, hai ragione, forse dovrei sacrificarmi di piu’ per la felicità… ma ancora non riesco a capire quale strada percorrere per raggiungerla… è sempre un salto nel buio ed io ho semprepaura di sbagliare o di non avere la forza di riuscire.

    Buon giornata tesoro

    grazie :D

    baci

    A.

  12. D’un tratto il mio sorriso emerge dall’oscurità fiero del suo splendore ma è solo il riflesso della Tua luce.

    Buon fine settimana Vany..amica :)

    Romito

  13. Mi piacciono soprattutto le ultime strofe:

    “Il cuore

    fa eco

    al tuo tocco,

    La mia pelle,

    d’un tratto,

    un cielo stellato.”