Voglia di volare


Pubblicato il da
gabboamA me capita, ma la cosa non è sempre chiara, di provare il desiderio di qualcosa che non sia limitato; di qualcosa che abbia la forza e la capacità, di trasportarmi in un altro mondo, e di trasformare questo in cui vivo.

Ricordo la canzone di Finardi che dice "extraterrestre portami via, voglio una stella che sia tutta mia": quando poi il desiderio si realizza, il protagonista della canzone si sente solo, vuole tornare sulla terra tra le cose e le persone di tutti i giorni.

A volte si sente il bisogno di uscire dai limiti che il corpo e la vita ti fanno sentire come insopportabili, si tenta di trovare un significato che riesca a trasformare anche le cose, ma c’è come un peso: è come se la forza di gravità ci facesse piombare a terra e non ci facesse spiccare il volo.

Non voglio però con questo dire che il sogno di Icaro, sollevarsi e volare sino al sole come un Dio, sia irrealizzabile, forse la sua non è stata la strada giusta, forse non si tratta di costruire ali di piume o di fantasticare su ciò che potrebbe essere e non è.
 
La storia dell’uomo è segnata da questa incessante ricerca, Ulisse aveva varcato le colonne d’Ercole, portando i suoi compagni al di là di quei limiti che la ragione e gli dei avevano fissato; il suo, fu un folle volo, come dice Dante: non ci fu lieto fine, ripiombò tra le onde trovandovi la morte.

La natura ci spinge a cercare l’infinito, è limitata, incompleta.
Sono profondamente convinta, che il desiderio di infinito coincida con la ricerca di Dio, forse può sembrare strano che una ragazza giovane possa dire una cosa del genere, ma è una verità che sento più forte di tutte le finte verità che di solito vengono dette.

Sono infinitamente stufa delle cattiverie che mi vengono rivolte, ma non ho intenzione di ascoltarle.

24 pensieri su “Voglia di volare

  1. È bello il proposito finale di questo post. Mi piace tutto il giro che fai per arrivare all’essenza delle cose. E se poi l’essenza delle cose è una ricerca spirituale, tutto torna. Già perché anche se quel che siamo è sola carne, intuiamo (o speriamo di intuire) qualcosa che va oltre.
    Ma avere fede è un mezzo per rapportarsi col mondo. Proprio per questo mi piace il proposito finale! :-) ))
    Aloha

  2. tesoro ho appena letto il tuo messaggio ma non l’ho capito:che è successo?che ho combinato????forse privatizzando il blog ho combinato qualche pasticcio??se cosi scusaaa ma non volevo mica…sei la mia perla preferita tu :D

  3. quando ero bimbo sognavo spesso di volare. Incominciavo a camminare, poi passeggiando, decollavo e volteggiavo all’altezza dei lampioni stradali. Che bello!

  4. Quanto sei dolce e carinaa….ti pare che potevo estrometterti volontariamente dal mio blog???a te??la mia perlina preferita??noooo….tvb :) ) un bacio grande grande

  5. Hai toccato un tasto in comune.

    Ed ‘azzecata’ la strofa della canzone di Finardi.

    Ma, io sostendo, la capacità di sognare con ci aiuta – forse – ad evadere?

    Cattiverie vere e proprie no.

    MI ‘uccidono’ le meschinerie da poco.

    Sono in ufficio! sigh sigh

    sheratornalleregolescanditedalavoro

  6. Più che ricerca di Dio… forse ricerca di sè… di senso di pace e di distacco dalle cose brutte.

    buona giornata cara…

    (mi sembra così assurdo che tu sia circondata da cattiveria! bah, strano il mondo!!!)

  7. E tu chi sei? ^____^

    Obbe’, se quella del post da basso sei tu, certo che sì, sei perfetta. Ma anche se non lo fossi, sei comunque perfetta. Le cattiverie altrui in fondo servono per ricordarci quanto siamo belli.

    Forse volare ci farà precipitare. Ma io credo valga la pena di volare: sin tanto che si è in alto, fra le nuvole, nessuno ci può toccare. :-)

    Baci e bentrovata

    Beppe

  8. lascia dietro di te cattiverie e stupidita’.

    la vita ripaghera’ le persone che agiscono in questo modo con la stessa moneta.

    un bacio,Giuse

  9. in ognuno di noi c’è uno spirito che vuole evolvere, e quindi la voglia di volare rappresenta la voglia di evolvere, la voglia di ricongiungerci con la nostra origine: il cosmo, le stelle. Quando sta succedendo, però, spesso siamo portati a tornare indietro, a cadere…

  10. Carissima Vany, eccomi di ritorno! Capisco il tuo stato d’animo. Eppure un passo oltre la materia si trova la Terra dei Viventi…

    Ti abbraccio e ti copro di baci!

  11. La mente è l’unica cosa che ci appartiene veramente,quindi volare,anche se soltanto con la fantasia,è possibile.

    L’importante è crearsi un modulo esterno che ti protegga dalle cattiverie,più che dalle radiazioni.

    Vola,e non pensare a quello che possono fare o pensare gli altri.

    Prima o poi saprai che nulla può ferirti,se sei veramente te stessa.

    Ciao e scusa il tono cattedratico

    Paul

  12. Prendo a prestito il grande Vecchioni, che a proposito di Alessandro magno ha scritto, in una sua canzone:

    “Ed il più grande

    conquistò nazione dopo nazione,

    e quando fu di fronte al mare si sentì un coglione

    perchè più in là

    non si poteva conquistare niente;

    e tanta strada per vedere un sole disperato

    e sempre uguale e sempre

    come quando era partito”

    Per dire che io penso che il viaggio più bello che si possa fare è quello dentro l’essere umano. Lì, ci sono scritte un infinità di cose, e non tutte meravigliose, ma interessanti sì.

    L’ansia di cercare – che è il motore della storia dell’umanità – rischia di farci perdere di vista che niente è più bello di guardare negli occhi un altro essere umano, e trovarci dento la bellezza e la verità dell’amicizia, dell’amore, della passione, insomma di tutte quelle cose che rendono la vita un viaggio che vale la pena di affrontare..

    Un sorriso grazieciao!

    Mister X di Comicomix

  13. ciao piccola, da quanto tempo, vero?? ^^

    spero ke, nnostante il tono di questo post, tu abbia passato delle vacanze divertenti.

    quanto alle cattiverie di cui parli: devi imparare a corazzarti, xkè purtroppo ci dobbiamo fare i conti tutti e sempre, nella vita.

    un baciottone ^*^

    Image Hosted by ImageShack.us

  14. sulle cattiverie ti voglio dire. Se vengono da gente invidiosa o uggiosa non contano , basta allontanarle affinchè non ti diano energia negativa.

    E ti lanci in un discorso complesso, la finità dell’uomo, che cerca un senso al proprio esistere e vorrebbe capire se e dove ci sono limiti.

    Questioni filosofiche cha fa bene considerare ma che , secondo me, non devono togliere spazio alla vita reale, quella in cui possiamo fare, dare e ricevere.

    Ma hai ragione, la speculazione è insita nel soggetto pensante .

    Comunque a me fanno piacere i tuoi buongiorno tutti colorati. Li trovo infinitamente affettuosi

    Bacioni

  15. La ricerca di una tranquillità interiore,quasi spirituale avviene per sentirsi bene, è fondamentale.Non c’è differenza tra Dio o altri Dei.A volte basta solo avvicinarsi in silenzio alla cima di una montagna e ascoltarsi dentro. Un bacio affettuoso.

  16. ilmioprofumo

    Tu hai parole…

    Ma le tue parole non sanno che son per me

    Escono dal cuore e volano

    Aquila nel cielo

    Libere

    Aspettano solo il luogo in cui posarsi

    Torneranno il loro nido

    Troveranno il paesaggio che meriti

    Montagne, vallate, alberi e fiumi

    Per poi lanciarsi in volo nel vuoto

    Spiegando le mie ali

    Un vento caldo che soffia dal mare

    Ti porterà con me in alto

    E poi in picchiata sino al mare

    Radente sulla spuma

    Solo gocce salate di mare bagneranno il tuo viso

    Un solo suono udiranno le tue orecchie

    La mia voce che sussurra al tuo cuore

    Il mio profumo