Immagini


Pubblicato il da
5642 Percezioni, sorrisi,
di ieri e di oggi.
Profumi di pelle, di labbra
insaziabili, avide, confuse,
impaurite, illuse, stordite,
silenti, chiuse.

Sospiri,
emozioni, tensioni,
sogni di mondi incantati,
scoperti,
desiderati.

Giochi possibili ed impossibili,
trastulli capricciosi per trovare
la chiave
ove La Fantasia non ha freni
bussando alla porta
del mio Cuore.

*romantica*


38 pensieri su “Immagini

  1. …..trovare la chiave ove La Fantasia non ha freni….

    Mi sono accorto che …mi basta chiudere gli occhi per trovarla.

    Suadente il tuo post.

    Come te, del resto!

    :-) )

    Ezio

  2. …Quante parole e che frenesia di appartenenza! sensuale ed intrigante, e la fantasia e l’immaginazione fanno il resto!

  3. Ciao dolce Vanessa, non potevo mancare vista la tua preziosa e costante presenza. Mi piacerebbe essere brava come te, e dedicarti una bellissima musica su una bellissima cartolina, ma ahimè…..dove non può la capacità, senz’altro l’intenzione. Baci Principessa, e grazie di cuore delle tue visite, :) spina

  4. …la poesia di ogni giorno, nella luce, nei sorrisi… in un’anima in costante movimento.

    Au revoir.

    Sinceramente e teatralmente.

    R.M.N.

  5. Dove non esiste più il regno della ragione ma solo quello della percezione… Mi è piaciuto molto che tu abbia lasciato la scritta “la chiave” in una riga isolata: secondo me da il ritmo alla parte finale della poesia.

    Ciao, un saluto!

    Paolo M

  6. Piccoli flash di desideri che sono celati nel profondo della mente…e lì non serve la chiave, perchè apriamo solo quando sentiamo che è arrivato il tempo…quello dell’amore…

    Bacio…Lia

  7. attimi di poesia sorseggiano la profumata essenza della tua femminilità in confetti d’aurora.

    Sempre superbe le tue immagini, fanno sognare e ispirano a sua volta poesia…

    Un caro abbraccio.

  8. …Mi piace questo divagare…Mi piacciono molto le sottolineature fatte ricorrendo al ripetuto ed efficace uso dei vocaboli…Mi piace la chiusa…e mi piace perchè in questo testo trovo molto del mio modo di pensare, trovo molta eguaglianza al mio stile…trovo molto di me…( Questa sarebbe stata adatta ad un 4 mani con me, perchè come ho già detto, è il mio stile..e sinceramente su questa e limitatamente a questa,senza mancare di rispetto poetico verso chichessia,non saprei chi altri potrebbe coniugarsi efficacemente…)…

  9. E’ bello, al mattino, vedere come prima cosa il tuo splendido sorriso . . . ^__^

    Grazie del cappuccino :) come facevi a sapere che mi piace? ^^

    Baci e buona giornata

  10. dolcezza passionale che irradia di sensualita’ tutto cio’ che tocchi,velluto sull’anima e ghiaccio sulla pelle…brividi ovunque..

    un bacio gioia,Giuse

  11. L’ultimo tuo commento non so bene se prenderlo come un complimento o no :D :D

    Comuqnue qualunque cosa è meglio che rimanerti indifferente :D :D

    Un bacione a te

    (PS: lo SNAPS è stato scritto da Fantaman, il misterioso anonimo)

  12. Distacchi

    Non avevano dubbi quella notte che il destino sarebbe venuto a rapirli l’indomani.

    E i loro respiri diventarono all’improvviso un atto forte. Violento.

    Gioioso come un gesto di ribellione contro il tempo.

    Non riuscirono a fare l’amore. Rimasero stesi al buio sui due letti adiacenti.

    Tendendo la mano verso la mano. Un incrocio di ricordi e d’immaginazione d’un futuro che sapeva di vuoto s’intrecciò come loro stavano facendo con le dita.

    Quel posto era stato gradevole.

    E loro l’avevano reso pieno di fascino e di poesia.

    L’avevano protetto come un paradiso.

    Avendone ricevuto i doni che solo le emozioni sanno creare.

    Simili a due raggi di luce

    ciascuno aveva portato con sé

    la propria freschezza e i loro sguardi profondi.

    Sono quelli i momenti magici in cui ci si interroga senza alcuna solennità

    sul destino della civiltà e dei grandi eventi che hanno trasformato il mondo.

    Perché quei momenti vengono percepiti come la risposta a tutto ciò che è accaduto

    ed accade.

    Perché è come se ogni cosa,

    ogni vita ed ogni morte,

    ogni vittoria ed ogni sconfitta sembra avere un ‘ unica spiegazione…..

    …la loro presenza insieme.

    In quell’angolo di mondo….che diventa per incanto il centro del mondo.

    La ragione del tempo e dello spazio.

    Anche adesso,

    in quel buio silenzioso

    ciascuno per conto suo si poneva le stesse domande senza risposta.

    La storia avrebbe dimenticato quella notte.

    Ma loro no.

    E più si lasciavano assorbire dal senso del distacco

    più i loro movimenti diventavano lenti, difficili…”trascinati”.

    Perché furono assaliti dalla consapevolezza di quanto fosse misera quell’ultima occasione di fronte a tutto il resto.

    Di fronte a ciò che avevano vissuto.

    Ed a ciò che non avrebbero vissuto mai.

    Stava per cominciare una nuova vita.

    Prima di loro erano stati soli.

    Lo avevano capito in quei giorni.

    Avevano parlato insieme con la rispettiva solitudine.

    Avevano fatto in modo che quella si mettesse in disparte. A guardarli in silenzio.

    Ed ora la vedevano rialzarsi dal suo angolo lugubre. Stavano per tornarvi in compagnia…

    Ebbero paura delle parole.

    Qualsiasi frase sarebbe stata come ostentata….usata quasi come mezzo di seduzione per il destino.

    Ne avevano paura e la ritenevano perfino fuori luogo.

    Perché sapevano che qualsiasi cenno sarebbe diventato lo spettacolo di sé stesso,

    ripetitivo,

    ma soprattutto privo di sostanza.

    Come un mulinello aspirato dal suo stesso movimento.

    Perciò non si dissero niente.

    E quando giunse l’alba

    essi guardarono per la prima volta il sole che saliva in alto

    come qualcosa di inquietante.

    E la luna che scompariva

    come il centro di un paradiso

    che da ora sarebbe stato relegato nella loro memoria.

    Avrebbero dovuto trovare un senso a tutto questo.

    Ma non ora……..

    Ci avrebbero pensato dopo…

    Avrebbero avuto tutto il tempo

    per pensarci….