Lo penso ancora


Pubblicato il da
asdsadsadsaLa telefonata sospirata e voluta sembrò un’assedio alla mia calma.
Lui era in difficoltà.
Gli piacevo e non voleva ammetterlo.
Mi desiderava, ma io non mi sarei mai concessa.
Borbottò: "Su, non farti illusioni, non hai fatto colpo"
Io, zitta.
Il mio silenzio lo mise in difficoltà, mi fu facile.
Lui era un uomo sposato, profondamente innamorato della mogle, e mai io avrei voluto iniziare una relazione con lui.
Mi disse "Ci vediamo domani al bar?"
Click.
Chiusi il telefono.
Questa conversazione aveva potuto dire tutto o niente.
L’indomani mi alzai, mi misi una salopette di jeans e una maglia non troppo apparescenti, e come un raggio di sole arrivai al bar alla solita ora.. e come dicono gli uomini che frequentano i bar..
"Ero calda come un sorriso dopo un bicchiere di vino".
Mi avvicinai a lui con passi decisi, mi accolse con entusiasmo, e mi fece accomodare..
I suoi occhi parlavano troppo, ed io, silenziosa, avevo paura delle mie stesse emozioni.
Era di fronte a me, formale ed indifferente.. lo immaginavo… nudo….. sul mio letto….. Ma tra noi non c’erano strade percorribili anche se il desiderio di entrambi era forte.
Mentre bevevo il caffè, dolcemente sottovoce mi disse: "domani pomeriggio ti voglio a casa mia."
Io risposi: "no….. non credo, non lo so, no……".
All’appuntamento non andai mai e non lo rividi più, anche se a volte continuo a pensare a lui.

*romantica*

37 pensieri su “Lo penso ancora

  1. Uhm!!un amore che scottava!!avrai fatto bene?forse si!!…non lo saprai mai!!:)))

    Le frittelle a forza di mangiarne diventano indigeste…;)

    Buon inizio settimana

  2. E chissà..forse anche lui pensa a te :-) .

    Per quanto riguarda il commento al mio post…hai ragione..se non verrà mio padre ad abbracciarmi andrò io da lui…

    Un abbraccio a te :-) .

  3.  "un dare molto" da ambo le parti è contemporaneamente "un ricevere molto" da ambo le parti, in un circolo virtuoso in cui tutto l’amore è continuamente "rimesso in circolo autoincrementandosi" …  "un prendere solamente, e un essere avari nel dare" da ambo le parti è contemporaneamente "un sentirsi svuotare e depredare di tutto" da ambo le parti, in un circolo vizioso in cui ogni residuo d’amore nel tempo tende a spegnersi …

  4. in un angolo di quel bar c’era un mezzo poeta, un amico mio, che scriveva nel suo scontrino:

    “ti diverti a sorprendere

    il mio sguardo che ti vizia

    mi sento un vuoto a rendere

    l’amore è un ingiustizia”

    (da: le “Aranciate Amare” di Severini)

    grazie, buona settimana :)

  5. Io penso che le storie semplici restino le più belle… quelle incasinate fatte di tradimenti…di paranoie…di cose dette/non dette…no, proprio non fa per me. Meglio un amore romantico e sicuro che mille di falsi e fittizzi.

    Bacionibà!!!!!!!!!

  6. grandissimo racconto..

    mi e’ sembrato di immaginarlo..si sa con la fantasia e’ facile vivere parole..

    un bacio grandissima!

    Giuse

  7. è difficile dire se è meglio o peggio…

    poteva essere qualcosa di bello se pur complicato o poteva portarti amarezze…forse è stato meglio così..

  8. splendido brano di prosa. Il mistero dell’incontro, la paura del domani, l’inconscio pensiero che si nutre di carezze di pelle, all’ombra di un sogno sfumato in dipinti d’infanzia.

    Un capolavoro di arte e seduzione, un morbido abbraccio di femminilità sulle pagine della tua bontà.

    kissssssss…..buona giornata……

  9. nella vita dei sentimenti,dei desideri, del cuore si presentano scenari sempre nuovi…imprevisti ed imprevedibili…alcuni dei quali cozzano contro i principi saldamente radicati…Può accadere,così, che ci si trovi a provare molto per la persona sbagliata ed allora c’è chi riesce ad unsare anche il raziocinio e c’è chi non ce la fa e si abbandona ai sensi…Da quanto capisco, l’immaginaria protagonista della tua bella pagina, ha agito con chiarezza e con un atteggiamento che denota anche una forte autostima…Avrebbe potuto andare, tranquillamente, all’appuntamento…divertirsi e poi dopo farsi una doccia, ma non tutte le donne sono così…L’uomo, nella fattispecie era sicuro di sè e del suo fascino ed infatti,ottenuto l’appuntamento al bar con una certa facilità…senza perdere tempo ed in maniera, sicura, spettacolare cinematograficamente,senza tanti giri di parole…la invita a casa…ed in questo caso…la vanità maschile è rimasta con un palmo di naso…Non credo che meriti di essere pensato…

  10. Il desiderio spesso fa di più della ragione. Ragionare, pur provando desiderio, non è affatto semplice.

  11. sempre molto carina…

    che sia “vera” o che sia “falsa” è sempre molto interessante… perché sono questi i sentimenti umani…quelli veri, quelli che si vivono… no?!

    un bacio

    ,*

  12. emozioni,sensazioni che scivolano sulla pelle..

    portando brividi e pensieri

    anche questa e’ vita..

    buona giornata gioia,Giuse