Frittelline Di Neve


Pubblicato il da

Quand’ero piccina mio Nonno Paolo aveva paura della Neve perchè diceva che gli dipingeva i capelli di bianco. Io e le mie sorelline gli credevamo, ma ci piaceva giocare con la neve.. soprattutto mentre scendeva.  Restavamo con il viso al cielo e la bocca aperta per mangiarla. Eravamo felici.
Ascoltavamo le storie che ci raccontava e credevamo a tutto quello che ci diceva.. come che avrebbe fatto la granita con la neve fresca ed il vino rosso.. che ci avrebbe cucinato le frittelline di neve..
E’ un peccato crescere. Quando si è piccoli si è ignari di tutto.
Si vede il mondo sotto un’ottica diversa, ci si sente invulnerabili ed invincibili.


*romantica*

36 pensieri su “Frittelline Di Neve

  1. …spolverata di ricordi…in una dolce spolverata di neve…ricordo anch’io le storielle sulle fritelline di neve…manto bianco da fiocchi di bambagia che hanno sempre incantato bambini felici e sognanti di mille fiabe…Il tuo è un pensiero molto bello…

  2. Solo quando siamo grandi ci rendiamo conto della magia dell’infanzia e dell’importanaza dei nonni. Io sono cresciuto con i nonni e per me sono state le persone più importanti, quelle che mi hanno formato emotivamente…

    Buona serata…

  3. cucciola..che tenerezza che mi hai fatto..la stessa cosa capita a me con le gemelline, ogni cosa che racconto, vedo nei loro occhi che volano di fantasia…ti giuro, mi hai emozionata…un abbraccio grande

  4. vivo a Napoli quindi è raro che io veda la neve, sarà per questo che per me assume sempre un aspetto magico?

    Maluna

  5. Già…. che peccato crescere…. che peccato anche imparare….

    Vorrei tanto riavere i miei sogni che ho perso crescendo….

    Ciao Vany

    t.v.b.

  6. è vero…e ci si diverte con pochissimo.

    Mi piace ogni tanto quando ne vedo giocare qualcuno con gli amici…sono troppo belli.

    Bacino perlina…smack

  7. Delicatissima questa tua lettera, sa di memorie che non svaniranno mai. Potranno svanire i sogni, ma non i ricordi.

    Un bacio,

    Vincenzo.

    P.S. Oggi avevo letto un altro post molto più pepato… Solo che dal lavoro non ho potuto commentarlo.

    Evito di farlo ora perchè se lo hai tolto ci sarà stato un motivo preciso.

    Ribacio,

    Rivincenzo.

  8. …i nonni…

    ci portano sempre a ricordare con un sorriso, le curiosità e le magie che ci “prendevano” la fantasia…

    e da simpatici saggi sanno trasformare le realtà in fantasie delicate…

    …è vero è un peccato crescere, però quando si hanno magister come tuo nonno Paolo, si cresce anche con il cuore…

    un caro saluto, liù

  9. Ogni età ha i suoi momenti belli… crescere fa parte della vita e allontana la monotnia di momenti sempre uguali…Quando l’infanzia è bella si ricorda con piacere, ma quando è brutta? La meraglia nella nostra vita sta nella sua continua evoluzione…Ciao carissima e buona giornata.

  10. Image Hosted by ImageShack.us

    “Amare è accarezzare la mia unica rosa

    sentire la nudità dei suoi petali

    ed è amore rispettarne la delicatezza…”

    Buona giornata

  11. Già… anch’io mi ricordo qualcosa di simile. A pensarci ora non era male essere piccoli, tutto il mondo ruotava intorno a te ed eri felice, perché ti bastava molto poco per rendere la vita un sogno…

    La vita va avanti ed è bella anche per questi ricordi. Ancora, a volte mi basta poco per sentirmi bene… a volte è sufficiente fermarsi un attimo e voltarsi indietro…

    Picchio.

    ps: bella la foto! ;)

  12. Mi piace ciò che scrivi… mi piacciono questi Tuoi ricordi… questo legame con il Tuo passato… le radici del cuore… l’insegnamento magistrale di chi con naturalezza e spensieratezza ha saputo trasformare un gioco in emozioni, emozioni in presa di coscienza… quel nonno è proprio un signor nonno… perchè ha saputo continuare a sognare… perchè ha desiderato far sognare e, soprattutto ha insegnato a sognare alimentandone e nutrendone quind il valore… adesso capisco perchè sei così esplosiva e piena di brio… con un nonno così quale mentore… da una bella piantina cresce una ninfa di maestosa beltà

  13. Mi ha fatto sorridere il tuo candore….poi si cresce…

    Ma ricordare i bei momenti e’ fantastico e ringiovanisce l’anima.

  14. non penso di essermi sentito invincibile e invulnerabile da piccolo. Di sicuro mi sentivo scalpitante, spensierato e gioioso…

    Crescere è bello.. a tutte le età!

    :) sorrisi cristallini!

  15. …com’è vero.

    Eppure sono convinto che, da qualche parte, quella scintilla si conserva ancora intatta, magari sotto la cenere degli anni bruciati e vissuti. Ci vuole coraggio per soffiare.

    Ciao

    Black♠