L’ape curiosa


Pubblicato il da
rertrert

Nel tenero mattino
su uno scoglio sdraiata
prendevo il sole nuda come un germoglio
quando un’ape curiosa e lussuriosa
si pose sulla mia rosa.
Ma le mie mani ardite, per il prurito,
mentre lei era distratta uccisero,
stringendo in quella fratta,
quell’ape che senza averne intenzione
mi disturbava in continuazione.
Un passante, presente all’azione,
si inginocchiò e mi disse,
vorrei morire anch’io in simile occasione.



*romantica*

14 pensieri su “L’ape curiosa

  1. il passante…

    che bella foto( ma soprattutto che bella persona sei!!!)

    un bacio,Giuse

    p.s. non devo guardar troppo quella foto,faccio gia’ fatica ad addormentarmi.. :P se scattano anche i cattivi pensieri …

  2. Vorrei morire anche io tra le tue gambe,

    li dove nasce la vita

    li dove nasce l’amore

    dove nasco io

    dove nasci tu

    la mia lingua

    il tuo cuore.

    Sono un po’ ubriaco

    alle 4 e 40 del mattina

    ma non per questo

    domani smentirò tutto questo.

    Crollo a terra,

    Vi

  3. eehh non ci sono più le api di una volta che al massimo si posavano sul braccio… :D

    Buon fine settimana con o senza api fai te!!

  4. Hai fatto bene ad uccidere l’ape che voleva succhiare il nettare del tuo fiore, soltanto un uccello può farlo con il suo becco. Ciao